All material on this website is protected by copyright, This website also contains material copyrighted by 3rd parties
.
Permission granted for free distribution of copies for non-profit educational use. All other rights reserved

Malattie rare in offerta speciale

Licenza Creative Commons
Malattie rare in offera speciale diAssociazione italiana,scientifica e giuridica,contro gli abusi mentali,fisici e tecnologici è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://www.aisjca-mft.org/mal.htm.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso http://www.aisjca-mft.org/mal.htm.



8 maggio 2017 / May 8 2017



La persona sana è quella che non sa ancora di essere malata...
Knock ou le triomphe de la médicine
Jules Romains Knock, ou, Le triomphe de la médecine
Dès 1903, Romains eut l’intuition que dans le monde moderne les individus appartiennent à des groupes, grands corps collectifs pourvus d’une âme qui dépassent celle des individus.
Son plus grand succès théâtral reste cependant Knock (1924), où un médecin cynique fait fortune en mystifiant tout un canton. Cette pièce, en réalité une réflexion sur le rôle du chef au sein d’un groupe, fit l’objet d’une interprétation célèbre par Louis Jouvet.

(L'accompagnement pédagogique souligne le lien entre l'argument théâtral et les événements historiques, la montée du fascisme et le progrès technique. Knock n'apparaît plus seulement comme une comédie naïve mais comme une pièce grinçante, présentant la face obscure de l'humanité. - SDM Services DocumentairesMultimédia)

(Come film Knock, ovvero il trionfo della medicina
Un film di Guy Lefranc. Con Louis , Pierre Renoir, Jean Brochard Titolo originale Knock. Commedia, b/n durata 98 min. - Francia 1950. MYMONETRO Knock, ovvero il trionfo della medicina  * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionar



Per informazioni, precisazioni, commenti riscriviamo
l'indirizzo e-mail che in ogni file era stato ABUSIVAMENTE cancellato
associazione@aisjca-mft.org

(novità: #inventare_malattie, #lobotomia)
e recupero del file dalla disorganizzazione grafica causata da un attacco hacker

Indice interno:
#trionfo-medicina
#SCIENZA:_la_via_più_sicura#vendere_malattie#premessa,  #psichiatrizzazion #DSM(*), #related_bibliography, #english-foreword, #medicalizzazione abusante, #inventare_malattie, #experimercial#commercializzazione_esosa, #multinazionali#genialità della trovata, #super-soldier, #buonsenso, #statistiche_falsficabili, #sconfessione, #Mosher, #lobotomia.
(*) con aggiornamenti di nuovi fatti e con più precise considerazioni.


Motore di ricerca del sito / Site Search Engine



Licenza Creative Commonsprotected by Copyscape

SCIENZA: la via più sicura...

Nuovo Codice deontologico dei medici e degli odontoiatri italiani. In 79 articoli la "carta" dei valori della Fnomceo
Nuovo Codice deontologico dei Medici Italiani aggiornato al 19-05-2016: articolo 56
Pubblicità informativa sanitaria
https://portale.fnomceo.it/fnomceo/showArticolo.2puntOT?id=115184


Ci sono tre specie di bugie. le bugie, le sfacciate bugie e le statistiche.
(celebre detto del Primo Ministro inglese Benjamin Disraeli)

Ed ecco un esempio clamoroso tratto dalla banale Cronaca Cittadina di Torino di alcuni anni fa, ma di continuo riproponibile, in cui si chiarifica bene come dati numerici grezzi possano autodeterminarsi anche e malgrado clamorosi, beffardi inganni. Dal numero di antidepressivi prescritti si risale al numero di pazienti depressi? e si programma di conseguenza una maggior produzione di antidepressivi medesimi?

Tra giugno 2001 e tutto il 2002 solo ora è stata smascherata una colossale truffa al Sistema Sanitario: false prescrizioni per persone decedute e per di più in quantità inverosimili: ...ad una donna nel giro di poco più di sei mesi sarebbero state prescritte oltre 5000 [cinquemila] pastiglie di un fortissimo e costoso antidepressivo... Sembra impossibile che nessuno se ne sia mai accorto. Eppure è andata proprio così...



DA JULES ROMAIN AL GIURAMENTO DI IPPOCRATE.

giuramento di Ippocrate stampa TalloneGiuro per Apollo medico e per Asclepio e per Igea e per Panacea e per tutti gli dèi e le dee, chiamandoli a testimoni che adempirò secondo le mie forze e il mio giudizio questo giuramento e questo patto scritto. Terrò chi mi ha insegnato questa tecnica in conto di genitore e dividerò con lui i miei beni, e se avrà bisogno lo metterò a parte dei miei averi in cambio del debito contratto con lui, e considerò i suoi figli come fratelli, e insegnerò loro questa tecnica se vorranno apprenderla, senza richiedere compensi né patti scritti. Metterò a parte dei precetti e degli insegnamenti orali e di tutto ciò che ho appreso i miei figli e i figli del mio maestro e i discepoli che avranno sottoscritto il patto e prestato il giuramento medico, ma nessun altro. Sceglierò il regime per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio, emi asterrò dal recar danno e offesa. Non somministrerò a nessuno, neppure se richiesto, alcun farmaco mortale, e non prenderò mai un'iniziativa del genere; e neppure fornirò mai a una donna un mezzo per procurare l'aborto. Conserverò pia e pura la mia vita e la mia tecnica. Non opererò neppure chi soffre di calcoli, ma cederò il posto a chi è esperto di questa pratica. In tutte le case che visiterò entrerò per il bene dei malati, astenendomi ad ogni offesa e da ogni danno volontario, e soprattutto da atti sessuali sul corpo delle donne e degli uomini, sia liberi che servi. Tutto ciò ch'io vedrò e ascolterò nell'esercizio della mia professione, o anche al di fuori della professione nei miei contatti con gli uomini, e che non dev'essere riferito ad altri, lo tacerò considerandolo cosa segreta. Se adempirò a questo giuramento e non lo tradirò, possa io godere dei frutti della vita e della tecnica, stimato in perpetuo da tutti gli uomini; se lo trasgredirò e spergiurerò possa toccarmi tutto il contrario


Nuovo Codice deontologico dei medici e degli odontoiatri italiani. In 79 articoli la "carta" dei valori della Fnomceo

Physicians for Human Rights
Using science and medicine to stop human rights violations
Ban on Psychologists’ Participation in Interrogations Passes 08/07/2015
PHR welcomed a decision by the American Psychological Association to ban psychologists from participating in national security interrogations and advising on their confinement conditions, and to withdraw their presence from Guantánamo and other sites operating illegally


Storia di un boccon di pane MacéDaniel Pennac Storia di un corpo
Scritti in forma facile e realisticamente scientifica da due "non-scienziati", a  distanza di più di un secolo due grandi omaggi alle vicende e valori deil CORPO


DA IPPOCRATE A GOYA
tavola 43 dei Caprichos di Goya:


il sonno della ragione produce mostri...
Sueños y Discursos  de verdades descubridoras de abusos, vicios y engaños en todos los oficos y estados del mundo

dal titolo esteso autografo sul disegno preparatorio.

Il commento del Maestro, conservato al Museo del Prado di Madrid, riporta, a proposito di questa tavola:
La fantasia ABBANDONATA dalla ragione produce mostri impossibili: con essa è madre delle arti e origine delle sue meraviglie
(Fantasy DISOWNED by reason breeds impossible monsters?
When instead together they mother Arts and source of their portents!)




 DA GOYA a ALDOUS HUXLEY e a DELGADO e SKINNER
Francisco Goya prints at the National Library of Medicine

¿De qué mal morirá?
Di che male morirà?
Il medico è eccellente, meditabondo, riflesivo, posato, serio.
Cosa si può desiderare di più?
Goya, Los Caprices, (acquaforte e acquatinta n.40)
1200x1758 pixel - 370k - .jpg

www.nlm.nih.gov




La società umana è, finalmente, riuscita ad estirpare l’infelicità...

Aldous Huxley Mondo NUovoMolti atleti non sentono il peso dello stress, eseguendo ogni genere di esercizio con efficienza da automa. Sarà forse per questo che proprio il propanololo, che riduce ansia, tachicardia e tremori, è nella lista delle pegggiori sostanze dopanti? Può essere. Vecchio farmaco dunque. dunque. Dolce piccola pillola del non-ricordo.Tra i possibili pazienti ideali, già sotto il tiro degli implacabili maghetti dl marketing farmaceutico: come i reduci di guerra, che con la pasticca potrebbero dimenticare (con discreta convenienza) sia l'orrore compiuto sia quelllo subito. In soldoni: stati emozionali da cancellare come fossero malanni. Prima si fa, meglio si sta. Via quella pesantezza che attanaglia da troppo tempo. Opprimente malinconia come fosse stitichezza cronica. L'importante è ritrovare il sorriso. Liberarsi. E togliersi il pensiero.
Solo andata in Torino Sette n.937 Filippo D'Arino


traduzione Genesi e libertà della mente

In The Physical control... (vedi image della copertina della traduzione in italiano) Il progetto fu realizzato nell’isola di Hall nelle Bermude e consisteva nello stimolare il cervello di molte scimmie selvatiche. Queste scimmie furono "controllate" in tutti i loro movimenti e “teledirette” per mezzo di “impianti cerebrali”che registravano e spedivano a un computer  informazioni riguardanti il loro cervello. Scrisse altri libri, tutti riguardanti il cervello , in cui spiegava  in modo volutamente sommario i suoi nuovi progetti di ricerca sempre ammantati di un aspetto spirituale e abbelliti come fossero indirizzati alla "ricerca della felicità" - La felicidad, 1999

Vedi intervista di Bärtås and Ekman - Psychocivilization and its discontents (Issue 2 Spring 2001 ©2002 Cabinet Magazine)


macabre tale
As Nature Made Him:The Boy Who Was Raised As a Girl

autore: John Colapinto. (Ne è stata fatta anche una traduzione in italiano ma ora è introvabile. Per collegamenti e informazioni più articolati sull'argomento delle mutilazioni vedi in Segnalazioni di allarme internazionali e ed ancor meglio in Testimonianze e dubbi  e soprattutto nel sito "esterno" TOTEM  AND  TABOO  REVISITED: awful and  fertile rise of new superstitions)
E' notorio come  nei secoli scorsi si castrassero bambini per mantenerne la "voce bianca" e così ottenere dei soprani "speciali"  - vedi ad esempio il famoso Farinelli (Carlo Broschi, detto Farinelli 1705 - 1782 ); ma la mutilazione sottocitata - ...un - creduto! - e ampiamente sbandierato successo del COMPORTAMENTISMO è ancora più raccapricciante nella sua quasi "banalità" di situazione "privata": comunque ne esemplifica bene teoria, impostazione e principi .

Victim owed compensation in CIA case, judge told January 11, 2007, Globe and Mail (One of Canada's leading newspapers)
Patients were put in isolation, tied down or drugged, and subjected to hours and hours of taped recordings meant to brainwash them at the behest of the Central Intelligence Agency. They were subjected to massive electroshocks, experimental drugs and LSD, most of them unwilling and unknowingly part of the U.S. spy agency's experimentation. Now it's time for the federal government to compensate those victims, lawyer Alan Stein argued. Mr. Stein is seeking court approval for a class-action lawsuit on behalf of his client, Janine Huard, one of the hundreds of patients of Ewen Cameron to be subjected to the Cold War-era experiments. "She never knew ... that she was being used by Dr. Cameron and his staff as a guinea pig," Mr. Stein told the court. The CIA ... recruited Dr. Cameron to experiment with mind-control techniques beginning in 1950. The experiments ... were jointly funded by the CIA and the Canadian government. They were part of a larger CIA program called MK-ULTRA, which also saw LSD administered to U.S. prison inmates and patrons of brothels without their knowledge. Ms. Huard was one of nine Canadian victims who received nearly $67,000 (U.S.) from the CIA in 1988 to compensate her for her suffering. But her claim for compensation from the federal government ... was rejected three times. In 1994, 77 patients were awarded $100,000 each from the federal government, but more than 250 others were denied compensation because they were not "totally depatterned."
Note: What this article fails to mention is that Dr. Cameron was also the president of both the American Psychiatric Association and the World Psychiatric Association. For more reliable information, click here


Doing Harm: Health Professionals’ Central Role in the CIA Torture Program

Medical and Psychological Analysis of the 2014 U.S. Senate Select Committee on Intelligence Report’s Executive Summary 
The torture report’s executive summary describes in detail the acts and omissions of CIA health professionals who violated their professional ethics, undermined the critical bond of trust between patients and doctors, and broke the law. Based on PHR’s detailed review of the SSCI summary, health professionals who participated in the CIA torture program violated core ethical principles common to all healing professions, including the following obligations.
The torture report’s executive summary describes in detail the acts and omissions of CIA health professionals who violated their professional ethics, undermined the critical bond of trust between patients and doctors, and broke the law. Based on PHR’s detailed review of the SSCI summary, health professionals who participated in the CIA torture program violated core ethical principles common to all healing professions, including the following obligations:
  • To do no harm;
  • To protect the lives and health of patients under their care from harm and brutality;
  • To prevent and report torture;
  • To uphold standards of professionalism, be honest in professional interactions, and report incompetence, fraud, and deception;
  • To never engage in unethical research on human subjects;
  • To receive the informed consent of the patient before providing medical treatment;
  • To only perform roles consistent with their ethics and professional competencies;
  • To find an ethical resolution when health professionals’ obligations to persons under their care and to society conflict with the agenda of state institutions.
... Health Professionals May Have Committed War Crimes, Crimes against Humanity
Abuse by Health Professionals
The SSCI summary indicates that CIA health professionals – psychologists, physicians (including psychiatrists), and physician assistants – directly participated in the CIA’s torture program and were central to its development and implementation, as well as attempts to justify the use of torture. The SSCI summary documents unethical and illegal acts perpetrated by CIA health professionals, including:
1) Designing, directing, and profiting from the torture program: Psychologists conceptualized and designed the CIA torture techniques, then helped implement the program, receiving a sole- source, multi-million dollar CIA contract for these services.
2) Intentionally inflicting harm on detainees: Health professionals intentionally inflicted and/or threatened to inflict severe harm and suffering on detainees in CIA custody.
3) Enabling DoJ lawyers to create a fiction of “safe, legal, and effective” interrogation practices: Health professionals participated in the DoJ’s Office of Legal Counsel’s spurious legal rationale that the techniques would not be considered torture so long as health professionals certified they were not.
4) Engaging in potential human subjects research to provide legal cover for torture: Health professionals collected and analyzed data from application of techniques in an effort to legitimize torture. OMS officials expressed concern that these documentation practices could constitute illegal human subjects research. Senior CIA officials who were asked to evaluate the efficacy of the tactics expressed similar concerns.
5) Monitoring detainee torture and calibrating levels of pain: Health professionals monitored, documented, and calibrated the intentional infliction of harm on detainees.
6) Evaluating and treating detainees for purposes of torture: Health professionals evaluated and treated detainees before, during, and after torture in order to enable the torture to occur.
7) Conditioning medical care on cooperation with interrogators: Health professionals provided medical care that was contingent upon whether or not detainees were deemed to have cooperated with interrogators.
8) Failing to document physical and/or psychological evidence of torture: Health professionals did not document the torture inflicted on detainees, which served to conceal the tactics’ harmful effects.



La parte di testo intitolata - Malattie rare in offerta speciale che dà il titolo alla pagina - NON è stata scritta soltanto dall'autore del sito, ma è formata da un collage di citazioni altrui, come pure il file/capitolo Metilfenidato e sindrome da deficit di attenzione e iperattività che ne costituisce continuazione e completamento. Il presente file/capitolo è inoltre correlata con la Pagina scientifico-medica: è quindi opportuno che solo unitamente o successivamente ad essi vada letto e meditato. Si tratta comunque di un capitolo importantissimo nel contesto del presente sito; è un capitolo in rapidi aggiornamenti (al plurale) per il susseguirsi continuo delle informazioni nazionali e internazionali riguardanti questo tema, una serie di temi-chiave nei propositi dell'Associazione
  • mala-sanità, 
  • mala-gestione della diagnostica 
  • e delle farmacologia, 
  • mala-gestione di risorse economiche...
  • uso improprio del "Potere medico",
  • persino istigazione a vere "superstizioni" razionalizzate
Le pagine che dànno il titolo a questo file/capitolo - Malattie rare in offerta speciale sono fatte precedere evidenziando anche visivamente i concetti generali espressi ed esemplificati poi nel testo: sono infatti quasi indispensabili dei preliminari per potersi orientare nello scorrere susseguente delle citazioni di documenti di prima mano. Caratteristica peculiare di questo file/capitolo - come peraltro di quasi tutti gli altri del sito - è di essere bilingue, non come traduzione dei testi ma come presentazione dei documenti: volutamente nel libro il breve sommario in inglese, molto più elaborato e soprattutto già più ricco di documentazioni, precede quello italiano. E soprattutto in inglese vengono aggiunte citazioni aggiornate da autorevoli fonti come Medscape e Lancet.
In Natura, purché non venga alterata, un'unione feconda di mente e corpo trasforma momento per momento in emozioni e sentimenti la capacità di provare sensazioni, e dirige le potentissime forze degli ISTINTI in collegamenti attivi rispetto alle sollecitazioni ambientali. Così può poi ritrasformare e far evolvere il tutto in vera ESPERIENZA: l'unica via da cui  far nascere vere, personali SCELTE. Ma proprio la possibilità contingente di scelte discrezionali e diversificate può "disturbare" molti interessi e non soltanto sotto regimi dittatoriali; mentre proprio il rifiuto stesso di sensazioni spiacevoli e la paura passivizzante dei rischi può - nella confusione indotta tra rischi e pericoli - costituirsi a sua volta come un vero nuovo pericolo e far svoltare la rinuncia alla "saggezza" dei corpi, delle sensazioni, degli istinti in superstizioso ossequio verso autorità e usanze
purchessia "rassicuranti".

Dolce piccola pillola del non-ricordo
Una droga “perfetta”, senza effetti collaterali e compatibile con le esigenze della società, era stata descritta nel romanzo distopico “Brave New World” di Aldous Huxley.
Adesso un piccolo passo è stato fatto in questa direzione, il “Mondo Nuovo” è più vicino. Nel romanzo “Brave New World” del 1932, Aldous Huxley descriveva il mondo verso il quale la società scientista si stava dirigendo, un mondo nel quale la vita degli uomini sarebbe stata dominata dall’eugenetica resa possibile dall’affermarsi del darwinismo sociale e dal controllo del comportamento.

Medscape Psychiatry & Mental Health
Malpractice Watch: Keep an Eye Out for Side Effects
All in all, physicians need to be more attentive to potential side effects of medications that are being administered and monitoring patients on an ongoing basis. This is not just a good defensive medicine practice, but also a practice that will promote the health of the patient overall.
Jeffrey A Lieberman, MD

Vi dicono matti e non lo siete
Troppe diagnosi non provate e così aumentano gli abusi di farmaci

ITALIA: 3.000.000 DI NUOVI MALATI DI MENTE CON IL DSM V. E IL RITALIN IN USA SI PRESCRIVERA' AI BAMBINI DAI 4 ANNI IN POI

Esiste persino un'organizzazione - che vende pubblicazioni di pseudo auto-aiuto e insegnamento - inneggianti alla "libertà emozionale":
EMOTIONAL FREEDOM Techniques for dealing with emotional and physical distress. Use this self help book for stress management, anxiety disorders, emotional abuse histories and for clearing barriers for peak performance... It is a safe, effective therapy called Emotional Freedom Techniques (EFT), an extension of Thought Field Therapy TM.

Pseudo???
Ma chi si è liberato dalla paura emozionale ha fatto ormai svanire pericolosamente assieme a questa tutte le sue capacità di sentimento GENUINO: vedi tutti i casi di indifferenza colpevole, e di qui il passo è breve verso l'omertà non da paura ma da "stupidità" e arrendevolezza. Vedine la dimostrazione data dall'esperimento di Milgram; vedi l'omertà "passiva" con cui viene cancellata la coscienza e il ricordo degli abusi in corso o subiti; e vedi anche i veri disastri provocati da militari le cui capacità erano offuscate dall'uso di dexamfetamina, le go-pills che liberano da fatica e noia.
UNCLASSIFIED TARNAK FARM BOARD OF INQUIRY Final Report..., mentre comunque la Defence Advanced Research Projects Agency prosegue negli studi per continuare a fabbricare guerrieri senza sonno).

La facilità con cui può venir messa in atto, e su larghissima scala, questa MEDICALIZZAZIONE SQUALIFICANTE della partecipazione psico-somatica alle EMOZIONI attua in via indiretta, ma potentissima, un vero collettivo e triplice lavaggio del cervello, triplice 
(vedi Guilt-free soldiers)
  1. perché è una "correzione" di comportamenti "da punire",
  2. perché questa censura si esercita già a monte fin sui loro presupposti emozionali, 
  3. ed infine perché, come la "cura" del deficit di attenzione e iperattività dei bambini, viene indirizzata verso vie esplicitamente farmacologiche agenti sul sistema nervoso anche viscerale e non solo centrale: verso la ragione e la volontà ma anche verso quei sistemi - endocrino e nervoso viscerale - ai quali sono devoluti gli istinti della VITA
(Ed è quasi una beffa che i test farmacologici per valutare cosidetti farmaci per uso "umano" - anzi: per uso "psichiatrico" - vengano attuati utilizzando piastrine - platelets - animali per lo più di ratto.)

Qui apriamo una piccola parentesi tecnica per spiegare in poche parole come questi farmaci cosiddetti antidepressivi contrariamente al metilfenidato o alla dexamfetamina non diventino facilmente droga da strada, o droghe ricreazionali nei. Queste ultime sostanze, come del resto molte altre - tipicamente ormoni, vitamine, altri psicofarmaci come le benzodiazepine, come il sildenafil ecc., e "altre" droghe come gli oppiodi, i cannabinoidi ecc. - possono risultare GRADEVOLI in quanto agiscono POTENZIANDO o surrogando sostanze e funzioni normalmente PRESENTI VELENI - che invece bloccano o in altri modi impediscono alcune normali funzioni: un esempio facile è quello - mortale - dei cianuri o del monossido di carbonio che chiudono la via dei passaggi dell'ossigeno e dell'anidride carbonica. Un altro esempio - invece per noi "benefico" - è quello del meccanismo d'azione degli antibiotici o... degli insetticidi: bloccando vie metaboliche essenziali in microorganismi o in insetti, "aiutano" per via indiretta l'essere umano: non interferiscono con il suo corpo, ma contribuiscono a sbarazzare corpo, e/o abitazione, e/o coltivazioni dalle infezioni o dai parassiti. Gli antidepressivi inibitori selettivi del reuptake della serotonina (sostanza questa che si trova in moltissime sedi viscerali - tanto che originariamente veniva chiamata enteramina = amina dell'intestino -) in fondo come dice proprio il loro nome agiscono INIBENDONE il regolare va-e-vieni da dentro-a-fuori, da fuori-a-dentro le cellule e non solo del cervello: non assomiglia forse questo meccanismo di blocco metabolico a quello del velenosissimo cianuro
E un simile "velenoso controllo" quasi mutilante non rientra in pieno fra gli argomenti contro cui si batte l'Associazione italiana, scientifica e giuridica, contro gli abusi mentali, fisici e tecnologici - vedine lo Statuto)?
Si potrebbe anche considerare tutto questo come parte integrante della Medicina Psicosomatica: si consiglia pertanto vivamente di valersi anche delle informazioni bibliografiche e dei dati più dettagliati - scientifici e divulgativi - presentati nelle pagine Consapevolezza e Memoria, Quando la cartella clinica è terapeutica... e Dal sublimato al concreto
nell'organismo. Ma esistono altre sostanze - i (vedine lo del sito (e del libro) Bambini di IERI = adulti di oggi. Adulti di oggi -> adulti di DOMANI / All this could furthermore afford a prospect on Psychosomatic Medicine: so well to integrate by the parallel files/chapters to be printed on the English book From children of YESTERDAY to adults of TOMORROW: Consciousness and memory, Anamnesis? A way for healing... and more in-depth Sublimations: visual schemes and scientific explanation.
Per di più la "medicalizzazione" di anche normalissime e contingenti manifestazioni BIOLOGICHE e degli stati emozionali - squalificando la consapevolezza soggettiva dei propri vissuti - squalifica insieme ogni concretezza ed intensità della VITA REALE, e rende succubi "riconoscenti" di chi induce terroristicamente arbitrarie "paure", mascherandole sotto forma di "prevenzione". Chi si sente - e lo accetta - di venir esautorato del diritto alle proprie intime SENSAZIONI, e di tradurle invece in "malattie" - e quindi in HANDICAP.

Roma, 13 lug. (Adnkronos Salute) - (*) Eliminare i brutti ricordi, per una vita sempre con il sorriso [!]. Sembra questo il nuovo uovo di Colombo dei ricercatori, visto che diversi studi si stanno focalizzando sull'obiettivo di trovare il modo di cancellare dal cervello le brutte esperienze vissute. Gli scienziati dell'università del Colorado hanno scoperto, grazie alla risonanza magnetica, dove i brutti ricordi vengono 'registrati' nel nostro cervello, cioè nella corteccia prefrontale. Non solo: hanno anche svelato il meccanismo che consente questo processo.

Occhio al titolo: 'Un pacemaker contro il suicidio'

I titoli di giornale devono catturare l’attenzione dei lettori. Allo scopo spesso si tende a enfatizzare di volta in volta l’aspetto positivo (cosa che accade spesso nelle rubriche che si occupano di salute) o negativo della notizia. Chi legge l’articolo può sentire mitigato l’effetto sensazionalistico e trovarsi in difficoltà: quanto credito dare allo strillo di giornale? E’ «il succo» della notizia?
A Torino impiantato un pacemaker antidepressione
Per i pazienti più difficili da curare, e la cui condizione é di particolare gravità, è stata recentemente individuata una nuova possibilità terapeutica: un intervento chirurgico per la stimolazione del nervo vago. L'intervento consiste nell'impianto, a livello del collo, di un elettrodo intorno al nervo vago, connesso con uno stimolatore di ridotte dimensioni (tipo pacemaker) posizionato nel petto.... Il neurostimolatore contro la depressione costa all’incirca 18 mila euro, e l’operazione è totalmente a carico del Servizio sanitario nazionale

Medicina Interna:
 SSRI aumentano rischio sanguinamenti anomali
I nuovi utenti degli SSRI presentano un aumento di 2,6 volte del rischio di ricovero per sanguinamenti anomali. La serotonina svolge un ruolo chiave nell'aggregazione piastrinica: dato che gli antidepressivi influenzano i livelli di serotonina, il loro uso potrebbe essere associato ad un aumento del rischio di sanguinamenti anomali, ma studi precedenti in materia avevano portato a risultati inconcludenti. In base al presente studio, l'aumento del rischio di sanguinamenti anomali risulta fortemente associato al grado di inibizione del riassorbimento della serotonina ottenuto con la terapia. (Arch Intern Med. 2004; 164: 2367-70)
Endocrinologia: SSRI accelerano perdita d'osso nelle donne anziane
Nell’anziano gli SSRI causano riduzione della massa ossea in ambedue i sessi in confronto ai antidepressivi triciclici; nelle donne questa riduzione coinvolge l’anca mentre nell’uomo la colona vertebrale. L'uso di antidepressivi SSRI, ma non di quelli triciclici, risulta associato ad un aumento della perdita d'osso a livello dell'anca. Sarebbe forse prematuro concludere che gli SSRI abbiano un effetto sulla salute ossea degli esseri umani, ma questa è un'area per ulteriori ricerche. Studi su animali hanno suggerito che gli SSRI inibiscano i trasportatori della serotonina, e questo è connesso alla riduzione della formazione ossea, mentre i triciclici agiscono in un altro modo. Nei soggetti ad alto rischio che fanno uso di SSRI, dunque, sarebbe opportuna un'ulteriore valutazione della salute ossea, ad esempio con la misurazione della BMD, per determinare l'opportunità di un eventuale trattamento.
 (Arch Intern Med. 2007; 167: 1231-2 e 1240-5)

animalità lungimirante della lince espressa nello sguardo - attento, perplesso,preoccupato

Il sonno della ragione produce mostri? Allora non ci si deve stancare di rimanere VIGILANTI, VIGILANTI, VIGILANTI; non ci si deve accontentare delle affermazioni altrui e neanche delle proprie - non documentate - sensazioni. DUBBI  e ATTENZIONE A LARGO RAGGIO devono essere sempre le principali GUIDE. / Sleeping reason breeds monsters and monsters? Then it is compelling to WATCH, to WATCH. to WATCH. Ever should be rejected not documented mere asserptions together with not enough probed even oneself's own feelings. DOUBTS sustaining to MIND and WIDE RANGE AWARENESS must be ever the foremost GUIDES.


Malattie rare in offerta speciale: Professional Prostitution

Il malato è un sano che non sa di esserlo

Studio Usa, i medici prescrivono terapie a cui non si sottoporrebbero
Due pesi e due misure. Molti medici prescrivono ai pazienti terapie alle quali non si sottoporrebbero se solo fossero loro a fare i conti con malanni e acciacchi. Quel che scrivono sulla ricetta, in altre parole, varia notevolmente se è lo stesso camice bianco ad aver bisogno di cure. Lo rivela uno studio Usa condotto su circa 1.000 medici, realizzato chiedendo ai camici bianchi di prescrivere una terapia e successivamente ipotizzare un'auto-cura. Ebbene, come mostra il sondaggio pubblicato su un report degli 'Archives of Internal Medicine', le decisioni cambiano sensibilmente quando il dottore è dall'altra parte della barricata...

Do we wish to turn the world's healthy citizens into fearful patients-to-be?
Peter Gøtzsche, direttore della Nordic Cochrane Collaboration di Copenhagen

Professional Prostitution (?)
In ogni campo della medicina ed ancor più quando si tratta di possibilità di investire nelle lucrose "terapie a lungo termine", esiste un fenomeno, diffuso a livello internazionale, per il quale è stata coniata la denominazione, assai significativa, di Professional Prostitution: si tratta della consuetudine di molti cattedratici di sottoscrivere (dietro lauti compensi), come propri lavori originali, articoli "scientifici" (in realtà confezionati negli uffici di propaganda delle Ditte farmaceutiche) che magnificano le virtù terapeutiche dei prodotti delle Ditte stesse. Tali articoli vengono poi distribuiti, come documenti di autorevole informazione scientifica, presso la classe medica. Come pure moltissimi e molto costosi Congressi vengono - in apparenza - organizzati da Società Scientifiche (o presunte tali), mentre l'intero programma "scientifico" è invece integralmente subordinato alla più plateale propaganda delle Industrie farmaceutiche organizzatrici e finanziatrici).

Notizie ufficiali:
luglio 2012 03/07/2012 06:20
Farmaci, maxi multa al gigante Glaxo
Stangata sul gigante farmaceutico britannico Glaxo Smith Kline, che verserà allo Stato americano 3 miliardi di dollari per aver venduto alcuni farmaci antidepressivi senza la licenza della Fda, dunque in modo illegale, e per non aver inserito le controindicazioni nelle confezioni d'un farmaco antidiabete. La cifra "è senza precedenti" nel settore, fa notare l'amministrazione Obama, confermando "il fermo impegno del governo per proteggere la salute e per far pagare le proprie responabilità a chi froda le leggi sanitarie"

04/11/2013 17.41CNN Breaking News
Health care manufacturer Johnson & Johnson and its subsidiaries will pay more than $2.2 billion to resolve criminal and civil investigations over allegations that they marketed three drugs for uses that were never approved, and that kickbacks were paid to physicians and to a long-term care pharmacy provider, U.S. Attorney General Eric Holder said today in Washington. The drugs involved are Risperdal, Invega and Natrecor.


DA GOYA A LEWIS CARROL, da CARROL BERNARD J. a CLAUDE BERNARD
gatto del Cheshire
Dall'autorevole Am J Psychiatry viene una secca sconfessione: la critica del dr. Bernard J. Carroll (Aprile 2004) al mega studio di Schneider LS, Nelson JC, Clary CM, Newhouse P, Krishnan KRR, Shiovitz T, Weihs K (Sertraline Elderly Depression Study Group(747 pazienti!) - sull'effetto (modesto) della sertralina (vedi Gazzetta Ufficiale N. 246 del 22 Ottobre 2003, DECRETO 22 settembre 2003 Modifica degli stampati di specialita' medicinali contenenti come principio attivo sertralina. Pag. 38) sui pazienti geriatrici depressi, chiamandolo un esempio di studio experimercial (penso non occorra tradurre il gioco di parole in inglese che fonde insieme le parole "sperimentale" e "commerciale") E infatti, egli dice, gli autori raggiungono una risicatissima significatività, ma nulla ci dicono sulla qualità della vita, del funzionamento sociale, della funzionalità emotiva o della salute dei pazienti. Egli, forte del suo cognome, richiama Lewis Carroll ed il sorriso del gatto del Cheshire in Alice in Wonderland: l'articolo è appunto intitolato Sertraline and the Cheshire Cat in Geriatric Depression di BERNARD J. CARROLL, M.B., B.S., Ph.D., F.R.C.Psych. Carmel, Calif. - sorriso che ha lo stesso valore del "p" statistico di questo lavoro. Cioé nessuna connessione con la realtà, qui clinica.




Una storia buffa e gentile di errate diagnosi e pericolosa pseudo-terapia.
In una Casa di Riposo per Non-Autosufficienti una vecchietta lamentava che tutte le notti la Bes-ccia [in dialetto = La Bestia] veniva nel suo letto.
Un delirio, un'allucinazione?
Qual'è la cura dei deliri?
Neurolettici indipendentemente dall'età!




Ma NON era un delirio: la Bes-ccia esisteva realmente.
 Eccola qui nel suo sorriso ironico e soddisfatto: non più micino troppo affettuoso e desideroso di calore umano, ma gattone adulto, "padre di famiglia", ben pasciuto e ben collocato.

Carmine
A very old woman in an Old Age Hospital was telling in her rough Piedmont dialect - more similar to French than Italian:
- Mi sun pa fola! La bes-ccia a y è da bun
Similar ro French:
- Je ne suis pas folle! La bête y est tout bonnement!

[I am not crazy, the beast really does exists !]



Sertraline
and the Cheshire Cat in Geriatric Depression?

Neuroleptic drugs to control hallucinations, no matter at whichever age?

For that poor very old woman, did exist really the "delusional" beast?
Is it a delusion or this above -  beautiful, sly smiling - cat?





(da La Stampa venerdì 23 maggio 2003: La medicina era per i morti...
L'Evidence based medicine utilizza le STATISTICHE non solo come tentativi di ragruppare insieme dati assimilabili per poterne meglio ri-analizzare i contenuti, e come valutazione quantitativa dei fenomeni ma cerca anche - e in pratica soprattutto - di DEDURNE dati utili per future programmazioni ... di marketing experimercial (ripeto qui il gioco di parole in inglese che fonde insieme le parole "sperimentale" e "commerciale".)
(vedine la critica nel testi basilare della antica guida spirituale Claude Bernard:
L'uso del calcolo nello studio dei fenomeni negli organismi viventi; le medie e la statistica
nono capoverso del Capitolo primo parte seconda della suaIntroduzione allo studio della Medicina Sperimentale.
Comunque la prima traduzione in italiano venne pubblicata in edizione "Economica Feltrinelli" a tiratura limitata - undicimila copie - circa un SECOLO dopo (1865 -> 1951)!!! nuova edizione (1994), sì per medici, ma quasi introvabile!



Ex-voto:
Incerto quale
direzione prendere 
invocai smarrito la mia 
antica guida spirituale
-----------------------------
Il benemerito Claude
Bernard mi apparve e
mi indicò la via più sicura
vedi Tempo Medico n. 200 marzo 1982)

Antica Guida Spirituale anche dei medici italiani??? Ma come??? e soprattutto: ma da quando???

La vraie science ne supprime rien, mais elle cherche toujours et regarde en face et sans se troubler les choses qu'elle ne comprend pas ancore.... Un de plus grands obstacles qui se rencontrent dans cette marche générale et libre des connaissences humaines, est donc la tendence qui porte les diverses connaissences à s'individualiser dans des systèmes.... Une science qui s'arrêterait dans un système resterait stationnaire et s'isolerait , car la systématisation est un véritable enkystement scientifique et toute partie enkystée dans un organisme cesse de participer à la vie générale de cet organisme. (vedi paragrafo IV dell'ultimo capitolo "Des obstacles philosophiques que rencontre la médicine expérimentale")
Coloro che hanno fede eccessiva nelle teorie e nelle proprie idee, non solo sono inadatti a fare delle scoperte, ma fanno anche delle PESSIME OSSERVAZIONI.... Le idee e le teorie dei nostri predecessori devono essere rispettate, ma poi devono venir sostituite per forza ... Il rispetto mal concepito dell'autorità personale è SUPERSTIZIONE. Metodi inesatti e procedimenti imperfetti di indagine possono ingenerare i più gravi errori e ritardare fuorviandolo il cammino della scienza. Secondo il metodo sperimentale della scienza l'esperienza si acquista in virtù di un preciso ragionamento fondato su un'idea che l'osservazione ha fatto nascere e che l'esperienza ha controllato.

ll faut garder sa liberte' d'esprit et croire que DANS LA NATURE L'ABSURDE SUIVANT NOS THEORIES N'EST PAS TOUJOURS IMPOSSIBLE." (Claude Bernard
(dal paragrafo III del capitolo II : 'De l'idée à priori et du doute dans le raisonnement experimentalè,  passim, in traduzione estemporanea e letterale.)

Prima edizione francese 1865, milleottocentosessantacinque,
prima edizione italiana in tiratura limitata e in edizione di divulgazione 1951
millenovecentocinquant'uno)


Si può acquistare esperienza anche senza fare esperimenti, solo ragionando opportunamente su dati bene accertati, così come si possono fare esperimenti ed osservazioni e non acquistare esperienza se ci si limita al semplice accertamento dei dati. Solo bisogna conservare la propria libertà di pensiero e credere che in Natura l'ASSURDO secondo le nostre teorie non è sempre impossibile".

candace pert


Molecules of Emotion: Why You Feel the Way You Feel

by Candace B., Phd. Pert, presented by Deepak Chopra, 1999







Molecole di Emozioni
Pert B. Candace Ed Corbaccio 2000 Traduttore Perria L.









croire que DANS LA NATURE L'ABSURDE SUIVANT NOS THEORIES N'EST PAS TOUJOURS IMPOSSIBLE.
Vendere malattie?
Una noticina di economia: un parallelo di prezzi 24,99€ del prodotto commerciale - da notare: a carico del Sistema Sanitaio Nazionale -  nel suo dosaggio più basso cioè confezioni da 28 compresse da 5 milligrammi: cioè millesimi di grammo, da confrontare con il prezzo al KILO - al kilo! -  della materia prima che è di 5500 dollari.
E' forse un caso? In somma algebrica con tutti i dati delle entrate trionfali delle ditte farmaceutiche
2010, SSN rischia voragine da 10 MLD
La spesa sanitaria italiana continua a crescere, e più rapidamente del prodotto interno lordo (Pil). "Al punto che nel 2010 la forbice tra finanziamento statale e spesa rischia di aprire una voragine da 10 miliardi
 

Segnaliamo che Alan Cassels - oltre che scritti sui Farmaci che ammalano - pubblica anche libri sul Fascismo in Italia in un collegamento di interessi culturali ricco quanto meno di un doppio significato collaterale: un "potere medico" distorto può contribuire ad un "Potere" politico dittatoriale e costituirsene magari come parte integrante pseudo-salutistica - che facilmente può svoltare anche verso l'eugenetica. Più in generale un accanito "defraudare" chiunque "appropriandosi" delle sue sensazioni soggettive rivela, incentiva e peggiora i deliri di derealizzazione ipocondriaca: in altri termini, scompensa schizofrenie latenti.

DEMONIZZARE FATTORI DI RISCHIO BANALI
IGNORARE CONSEGUENZE DI CAUSE INASPETTATE

Trasformare un fattore di rischio in una malattia e demonizzarlo è sempre controproducente: si finisce per trattare come malati delle persone sane, dimenticando che è solo uno dei tanti fattori da tenere sottocontrollo.
Vedi SCOPI, LIMITI E RISCHI DELLA MEDICINA.
Il paziente è una macchina da riparare, o non un portatore di storie?
Lesioni anomale e sofferenze mal descrivibili come conseguenze di cause inaspettate possono dar luogo a cascata a successivi e molto gravi danni iatrogeni se non a errori giudiziari.
Assieme ad altri file/capitoli in cui si pongono questi problemi, anche questo era stato arricchito da importanti precisazioni culminanti in un APPELLO
indirizzato ai professionisti della Psichiatria e della Medicina legale

DSM-5. The Future of Psychiatric Diagnosis: è la definizione che fa la malattia?

DSM è l'Acronimo del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, che contiene i criteri diagnostici e la descrizione dei più comuni disturbi mentali ed è uno degli strumenti diagnostici per disturbi mentali più utilizzati da medici, psichiatri e psicologi di tutto il mondo, , soprattutto per validare in modo univoco universalmente diagnosi e di utilizzo forense e assicurativo. Pubblicato per la prima volta nel 1952, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali aveva all'interno un elenco di tutti i disturbi mentali, allora erano 112, alla sua IV edizione1994 sono diventati 374 e sono destinati a crescere nella quinta edizione del DSM.
Il DSM-5 attuale e presente anche nella traduzione italiana è il testo unico e ufficiale di diagnosi psichiatrica in tutto il mondo, gli esperti deputati alla supervisione della stesura del nuovo Manuale Diagnostico e Statistico delle malattie mentali (DSM-5), representing 36,000 physician leaders in mental health i membri dei vari comitati scientifici che lo compilano sono però quasi esclusivamente americani e membri dall'Associazione Psichiatrica Americana. E se afferma il Presidente APA Carolyn B. Robinowitz;
Abbiamo fatto ogni sforzo per assicurare che il DSM-5 sarà basato sulle migliori e più recenti ricerche scientifica, e per l'eliminazione dei conflitti d'interesse nel suo sviluppo.
Comunque dal CSPI - [1] Center for Science in the Public Interest:
Centro per la Scienza nell'Interesse Pubblico

risulterebbe che 16 dei 28 membri della task force incaricata di produrre la quinta edizione del DSM abbiano riportato di avere connessioni finanziarie con industrie farmaceutiche o di attrezzature mediche. ... Allen Frances, capo della task force del DSM-IV, si augura di diffondere anche in Italia la notizia che alcune associazioni americane hanno deciso di iniziare una grande raccolta di firme, su scala mondiale, per chiedere alla task force del DSM-5 di ritirare alcune delle proposte fatte. Queste proposte del DSM-5 possono far aumentare esageratamente alcune diagnosi psichiatriche (quindi creare moltissimi “falsi positivi”), con risultato che non solo si distorcerebbero i dati epidemiologici ma soprattutto a molti cittadini verrebbero prescritti farmaci non necessari e a volte pericolosi (è fin troppo evidente in questa operazione l’interesse delle case farmaceutiche, che condizionano pesantemente la cultura e la pratica della psichiatria). E' la definizione che fa la malattia? Sarebbe troppo lungo qui entrare nel dettaglio di quali sono le proposte diagnostiche discutibili del prossimo DSM-5. Si può solo accennare a quella di sindrome da rischio psicotico o schizofrenia subapofanica, per cui molti giovani potrebbero essere etichettati in questo modo e ricevere gli antipsicotici atipici che, oltre a essere molto costosi, possono provocare aumenti di peso (e tra l’altro pare che non diminuiscano il rischio di schizofrenia). Oppure si pensi all’ampliamento dei criteri della Depressione Maggiore che vorrebbe includere aspetti del lutto, per cui, per così dire, a molte persone verrebbe tolta la legittimità di essere tristi (con tutti gli aspetti adattivi e di “salute mentale”), verrebbero etichettate come “depresse” e riceverebbero farmaci antidepressivi (peraltro di poca efficacia, come è emerso da molte ricerche controllate), senza contare che già l’11% della popolazione americana li assume (una percentuale impressionante, che fa pensare che vengano prescritti anche a molti che non ne hanno bisogno). Oppure si pensi al Binge Eating, anch’esso ampliato nei criteri, e così via. In generale, insomma, il DSM-5 abbasserebbe molto la soglia di molte diagnosi. Le implicazioni sociologiche ed economiche di questa problematica sono fin troppo ovvie che non c’è bisogno di menzionarle. La campagna che Frances assieme a Bob Spitzer (che era stato capo della task force del DSM-III) e altri sta conducendo contro la bozza del DSM-5 ha ottenuto alcuni effetti ma non è ancora riuscita a far modificare in modo sostanziale gli aspetti più pericolosi del DSM-5, ed è per questo che è stato deciso di fare una petizione. L’idea è che, se molti membri della professione protestano contro questa bozza, gli autori del DSM-5 temano che il manuale poi venda poco o non venga seguìto, e che questa loro paura possa indurli a fare delle modifiche. La petizione è stata promossa innanzitutto da alcune Divisioni della American Psychological Association:  la Division 32 (Society for Humanistic Psychology), la Division 27 (Community Psychology), la Division 49 (Society for Group Psychology and Psychotherapy), e poi dalla Association for Women in Psychology, dalla Society for Descriptive Psychology, ecc., e anche da associazioni di altri paesi.

Nelle pagine del suo sito il CSPI - [1] Center for Science in the Public Interest: Centro per la Scienza nell'Interesse Pubblico - un'analisi basata sulle informazioni finanziarie pubblicate sul sito Web dell'APA. Oltre la metà dell’equipe che sta predisponendo il nuovo DSM, il manuale dei disturbi mentali, ha un conclamato conflitto d'interesse a causa delle connessioni finanziarie con le industrie farmaceutiche. Il record per il maggior numero di legami finanziari con l'industria farmaceutica è di William Carpenter, Jr, direttore del Maryland Psychiatric Research Center presso l'Università del Maryland, che nel corso degli ultimi cinque anni ha accettato, per contratti di consulenza, denaro da ben 13 diverse società farmaceutiche, tra cui Astra Zeneca, Bristol-Myers Squibb, Eli Lilly, Merck, Pfizer e Wyeth. Il grado di conflitto di interesse - oltre il 50 per cento - segnalati da CSPI è simile a quello trovato in uno studio del 2006 che ha coinvolto 170 "esperti" che hanno lavorato sul DSM-IV, rilasciato nel 1994. A quel tempo l'APA non aveva attuato una "disclosure policy"(politica di divulgazione), quindi i ricercatori hanno dovuto raccogliere i dati da cartelle giuridiche e cliniche, articoli di riviste, archiviazioni di conflitto di interesse e altre fonti per scoprire queste statistiche.

Nella versione DSM-5 è stata alleggerita una delle voci più controverse della precedente edizione modificamdo una delle  principali fonti di "errori" diagnostici: considerare il "sentire voci" come sintomo patognomonico della schizofrenia.
Nelle pagine 308-309 dell'edizione italiana del DSM-IV R si trova una descrizione di allucinazioni uditive
considerate come particolarmente caratteritiche della Schizofrenia e incluse fra i sintomi di primo rango della classificazione di Schneider. Se questi sintomi sono presenti , allora è richiesto solo questo singolo sintomo per soddisfare il criterio A [pagina 318]

Ma questa informazione si sviluppa però su due settori aventi fondamentale rilevanza ANTITETICA anche e soprattutto dal punto di vista giudiziario e non solo diagnostico e poi terapeutico.
  1. la sconfessione di diagnosi “ineluttabile” di schizofrenia e quindi di totale inattendibilità per chi dichiara di “sentire voci”, modifica e di molto sia la diagnostica - e quindi l'etichettatura nelle sue varie componenti soprattutto di INATTENDIBILITA' - sia anche la prospettiva operativa di eventuale modalità di cura qualora queste sensazioni divengano soggettivamente moleste;
  2. di riscontro l’appiattimento su di una fasulla quasi “normalità” - rimandando il disturbo ad una fasulla innocua “soggettività” - può con facilità indurre a sottovalutare se non NEGARE ogni DENUNCIA e INDAGINE a carico di interferenze esterne o tecnologicamente “interne” - microchip inseriti abusivamente rice-trasmittenti - cha invece se prese in considerazione nella loro spesso insopportabile molestia potrebbero passare nella categoria criminologica di TORTURE - vedi V2K voice to skull technologies and electronic harassment, detti pure: long range acoustic device LRAD “Voice of God weapon”

La Task force del DSM-5 aveva lanciato un messaggio:

Dear Reader, Welcome to the DSM-5 Development Web site. This site provides information culminated from over 10 years of revision activities, made possible thanks to the generous dedication of more than 600 global experts in the field of mental health. The DSM-5 Task Force and Work Group members are working to develop criteria for diagnoses that not only reflect new advances in the science and conceptualization of mental disorders, but also reflect the needs of our patients. We encourage you to delve into the wealth of information contained within this site to become familiar with some of the advancements in scientific and clinical knowledge that will assist in making diagnoses more accurate, valid, and clinically useful. We also hope that this knowledge will pave the way for further research in these important areas. Your input, whether you are a clinician, a researcher, an administrator, or a person/family member affected by a mental disorder, is important to us. We thank you for taking part in this historic process and look forward to receiving your feedback.
David J. Kupfer, M.D., DSM-5 Task Force Chair
Darrel A. Regier, M.D., M.P.H., DSM-5 Task Force Vice-Chair
E qui dovremmo esser tenuti a rispondere.
microchip seno mascellareLa descrizione di “sentire voci” più o meno moleste come se provenisero dal proprio "interno" negli stessi esatti terminidi quelle che venivano considerate "allucinazioni schizofreniche" viene riferita in modo univoco da numerose persone nel cui organismo è rilevabile un microchip rice-trasmittente inseritovi abusivamente, e da altre in cui tale fenomeno avviene anche in assenza di microchip ma riferibile a tutt'altro che misteriose fonti ESTERNE: bensì a tecnologie brevettate e commercializzate.
In attesa della prossima edizione del DSM-5 è quindi assolutamente necessario vengano attivati sistemi di rilevamento tecnologici - di sicuro possibili e neanche troppo indaginosi e/o costosi - per DOCUMENTARE in modo oggetivabile queste TRASMISSIONI esogene. Non solo per obbiettività va PRESENTATO, ma va seriamente colta l'opportunità di rafforzare e precisarne questo messaggio ufficiale alla Task Force preposta al nuovo DSM-5.
(Spiegazioni più precise e dettagliate si trovano nel file Microchips impiantati nel corpo umano e nel file Links e citazioni su segnali di pericolo
Un possibile riferimento  / A resource:
 The International Criminal Court in the Global Criminal Justice System
Critical Criminology
Un sito multilinguale:  Peacepink

ALTRE FORME DI MEDICALIZZAZIONE ABUSANTE

L'Authority italiana Garante per la Privacy ha dichiarato che gli "impianti" sono da proscrivere comunque anche se richiesti dal soggetto stesso con le parole: .
...neppure il consenso dell'interessato può rendere legittimo l'inserimento nl suo corpo di un chip...
Sarebbero sì sagge parole se - e in data 20 maggio 2003 (!!!) - non venissero accompagnate da un aggettivo "futuribili" quando ormai da decenni - in sordina come se si trattasse di tecnologie banali - sono addirittura inscritti nel l'Elenco Ufficiale delle tariffe minime nazionali degli onorari per le prestazioni medico-chirurgiche ed odontoiatriche, sotto la dicitura applicazione di elettrodi e di stabilizzazione di elettrodi e applicazione stimolatori. (Vedi anche in: Microchps impiantati nel corpo umano).
Ma non soltanto l'"impianto" di microchips e "stimolatori" - anche in cavie umane involontarie - è l'unica forma di violazione medicalizzata da parte della classe medica ufficiale: esistono persino la psico-chirurgia e la psico-correzione; esiste - autorizzatissima e persino rimborsata - la pratica dell'elettroshock, e la prescrizione di farmaci droganti. (Più complete informazioni, iconografie, spiegazioni anche in continuo aggiornamento si trovano in Microchips impiantati nel corpo umano e in ...altre sopraffazioni e violazioni e in Segnalazione di allarme: internazionali e più complete anche se meno dettagliate in Links e citazioni su segnali di pericolo e nel file in più intensivo aggiornamento che era Pseudo-misteri e coinvolgimenti biologici / Fake-mysteries on biological targets)

Many of the victims have had their lives further destroyed by wrongful diagnoses by the psychiatric community as delusional ... the number of people voicing these exact same complaints more than exceeds the percentage of the population suffering from delusional disorder, as published by the National Institute of Mental Health (NIMH).
At the edition DSM-5 the basics is in sum up good but there are some very FAKE assumptions which at present will be mended: in particular [read from page 297] the main criterion by which the doctors can put a "sure" diagnosis of schizophrenia was based on an unilateral description of hearing voices.
But this description satisfies even more better the depiction furnished by people who are surely - demonstrated - implanted with abusive receiving-trasmitter broadcast microchips: our crucial call regards the possibility to URGENTLY search technological effectual means for documenting and sharing these EXTERNAL VOICES. To utterly explain and display this issue can then give a real possibility to revise the DSM: to MEND for ever misunderstanding not only "faults" but also ways for evil people to silence - as "mad" - their opponents.
Any way this correction already broadly noticed asserting as a revolution in science that hearing voices is not an illness stated that people who are hearing voices aren't forcibly insane.
The new edition of the DSM, DSM 5, is clear about that: auditory hallucinations are normal phenomena in human. Psychiatry has always stigmatized these phonomena, declaring them symptoms of psychosis. But from now on, thanks to the new DSM, this will no longer be true: auditory hallucinations, the so called 'voices', exist in a section of the normal population ranging from 8 to 15%

Psichiatrizzazione

Da: Umberto. Galimberti a pag. 198 di Idee: il catalogo è questo . Ci sono dei medici, i medici della mente, che quando hanno trovato un nome pensano di aver trovato una malattia e, in forza del nome, di poterla anche curare. E qui torniamo alla patologia psichiatrica, vera o inventata: da sindromi minime come quelle segnalate dagli adepti di Libertà dalla paura - alle sindromi in co-morbidità del disturbo borderline di personalità (vedi DSM 5 da pag. 747) e DESNOS da pagina 314
(Vedi anche l'articolo: A scuola con le pillole di Marco D'Eramo
Più di quattro milioni di bambini americani risulterebbero affetti da Adhd - in italiano DDA disordine di attenzione e iperattività - che si cura con stimolanti e antidepressivi, Prozac e Ritalin. Psicofarmaci che possono dare assuefazione). Il mercato degli antidepressivi era però già saldamente presidiato dal Prozac.
Perciò gli strateghi della Gsk si misero a sfogliare [in modo surrettizio, abusivo o anzi da presuntuosi incompetenti] il Manuale diagnostico e statistico dei disordini mentali - che non riferisce in alcun caso a cause patogene, nè tanto meno a terapie, e neanche a sintomi o pseudo-sintomi transitori: elenca invece efficamente precise e puntuali descrizioni, pur con qualche ovvio difetto riguardante sioprattutto i Disturbi dell'Umore. [Va qui sottolineato energicamente e ribadito che questo NON ne è lo scopo autentico né il metodo effettivo di utilizzo del DSM - il fondamentale Manuale descrive in modo talmente convincente da risultare molto gradite persino agli stessi pazienti che vi si riconoscono e così possono comprendere meglio i propri disturbi e sofferenze. Le descrizioni precise presentate nei DSM, aggiornati via via, non vanno comunque mai utilizzate in modo statico come tali per etichettare schizofrenici o deliranti: questo è un uso del Manuale assolutamente opposto ai suoi scopi e significato - generico e solo genericamente DESCRITTIVO di DISTURBI e non di "malattie". Con l'introdurre un clima di scontro e di contrapposizione in cui da un singolo paragrafo si demonizza l'intero sistema del DSM-IV in una prospettiva totalizzante del "tutto bianco o tutto nero", molti Enti e rappresentanti di organizzazioni internazionali si propongono come difensori di chi viene abusato per il lavaggio del cervello e/o con l'inserimento criminale di microchips. Ed è così che da posizioni dogmatiche e riduttive molto più difficile diviene potersi confrontare e proporre adeguamenti e migliori informazioni per correggere ed ampliare e non invece mistificare diagnosi differenziali: ad esempio a proposito delle allucinazioni uditive
I discutibili concetti descritti a pag. 308 e tabella a pagina 318 dell'edizione italiana del DSM-IV R) sarebbe necessaria una prospettiva comunque dialettica di apporto di informazioni scientifiche e documentali di fatti accertati, non di proclami e antitesi dogmatiche unilaterali.]
In particolare nelle pagine 308-309 dell'edizione italiana del DSM-IV R si trova una descrizione di allucinazioni uditive d'amblée i pazienti, ad esempio appunto considerate come particolarmente caratteritiche della Schizofrenia e incluse fra i sintomi di primo rango della classificazione di Schneider. Se questi sintomi sono presenti , allora è richiesto solo questo singolo sintomo per soddisfare il criterio A [pagina 318]
Ma questa descrizione - e negli stessi esatti termini - viene riferita in modo univoco da numerose persone nel cui organismo è documentabile un microchip rice-trasmittente inseritovi abusivamente, ma è assolutamente necessario vengano attivati sistemi di rilevamento tecnologici - di sicuro possibili e neanche troppo indaginosi e/o costosi - per DOCUMENTARE in modo oggetivabile queste TRASMISSIONI esogene.
(Spiegazioni più precise e dettagliate si trovano nel file Microchips impiantati nel corpo umano)

To be any way equitable and moreover confident longing it is to point out that the next edition of DSM- the V° will not contain this assumption: the main symptom to be considered as typical of Schizophrenia is the chaotic speech not any subjective feeling to hear voices or strange sounds.
(The files Microchips impiantati nel corpo umano endorses further and more precise examples and explanation)

But this assumption does not consider that "hearing voices" could not be only an inner i.e SUBJECTIVE occurrence: it could be generated by technological engines even from not so near places and  acting for many aims - advertising, entertainment, stupid tricks and also purposeful TORTURE.
Many normal people have been suffering the abuses and tortures of new high-technologies weapons—voices were transmitted directly into the skull of person from distance by voice to skull technologies.
Victims were misdiagnosed with Psychotic Disorder by doctors; and government covered such horrible crime. If victims were misdiagnosed, the public would not believe their stories and would not help them too. It  urges to look into this serious matters and not misdiagnosing victims.
V2K (voice to skull), in 2002, the Air FHitler discorso elettorale del 1932Hitler discorso elettorale del 1932Hitler discorso elettorale del 1932Hitler discorso elettorale del 1932orce Research Laboratory patented precisely such a technology: Nonleghal weapon which includes
  1. a neuro-electromagnetic device which uses microwave transmission of sound into the skull of persons or animals by way of pulse-modulated microwave radiation; and
  2. a silent sound device which can transmit sound into the skull of person or animals. NOTE: The sound modulation may be voice or audio subliminal messages. One application of V2K is use as an electronic scarecrow to frighten birds in the vicinity of airports.
Meanwhile, victims who suffered the abuses and tortures of voice to skull technologies also have been suffering the abuses and tortures of mind control technologies. Mind control technologies are weapons which use drugs, electronic microchip implants, nanotechnologies, microwaves and /or electromagnetic waves to subvert an individual's sense of control over their own thinking, behavior, emotions or decision making by attacking the brain and nervous system. Many reported articles introduced 'mind control technologies'. The listing of these articles would not mislead readers; it was a short cut for readers to learn what mind control technologies are.
NOT SCIENCE FICTION: A REAL PATENT
United States Patent 5,159,703 Lowery October 27, 1992
----------------------------------------------------------------------------
Silent subliminal presentation system: Abstract 
A silent communications system in which nonaural carriers, in the very low or very high audio frequency range or in the adjacent ultrasonic frequency spectrum, are amplitude or frequency modulated with the desired intelligence and propagated acoustically or vibrationally, for inducement into the brain, typically through the use of loudspeakers, earphones or piezoelectric transducers. The modulated carriers may be transmitted directly in real time or may be conveniently recorded and stored on mechanical, magnetic or optical media for delayed or repeated transmission to the listener.
Inventors: Lowery; Oliver M. (5188 Falconwood Ct., Norcross, GA 30071) Appl. No.: 458339 Filed: December 28, 1989 U.S. Class: 455/42; 455/46; 455/66; 381/73.1; 128/420.5 Intern'l Class: H04B 007/00; H04R 025/00; H04R 003/02 Field of Search: 455/46,47,66,109,110,42-43 381/73.1,105,124 358/141-143 600/28 128/420.5 380/38

To make known on commonplace explanation: read among many other these good adequate comments on: Hearing voices is not an illness, says by DSM-5
Posted by Soleilmavis on May 17, 2012 at 9:07am in We help victims
View Discussions
(Also the file Microchips impiantati nel corpo umano and Links e citazioni su segnali di pericolo endorse further and more precise explanation)
Robotic Prosthetic


(Ed ecco l'articolo sulle malattie rare in offerta speciale che dà il titolo a questo file/capitolo:

Marco D'Eramo)
Ansia generica o sociale, disordine da stress post traumatico, shopping compulsivo ecc.: le multinazionali del farmaco inventano nuove sindromi per vecchie medicine. Un sistema geniale per fare affari. E negli Stati Uniti legioni di psichiatri televisivi sono già al lavoro: arrendetevi, siete tutti ammalati. Le case farmaceutiche hanno trovato l'arma finale: invece di vantare i benefici dei propri farmaci, propagandano le malattie che dovrebbero curare. Prendi l'epidemia che colpì gli Stati Uniti nella primavera 2001. Come ha raccontato Mother Jones in un interessantissimo articolo, le tv locali cominciano a riferire che ben 10 milioni di americani soffrono di una malattia sconosciuta. Si avvertivano i telespettatori di badare a questi sintomi: irrequietezza, stanchezza, irritabilità, tensione muscolare, nausea, diarrea, sudorazione. In molti di questi programmi interveniva il dottor Jack Gorman, stimato psichiatra della Columbia University. I testimonial erano alternati con scene serene di una donna che giocava con un passerotto e un'altra che ingeriva pillole. La malattia in questione era il 'disordine di ansietà generalizzata' (Gad), una condizione che secondo i rapporti lascia chi ne soffre paralizzato da paure irrazionali. I programmi non citavano nessuna medicina particolare per questa nuova sindrome. Ma, guarda caso, proprio il 16 aprile 2001 l'ente che sovrintende all'introduzione di nuovi farmaci, la Us Food and Drug Administration (Fda), aveva certificato l'antidepressivo Paxil, prodotto dal gigante farmaceutico inglese GlaxoSmithKline (Gsk), per il trattamento anche dell'ansietà generalizzata. Allora non ci stupisce più che lo stimato psichiatra Jack Gorman sia stato per anni sui libri paga della Gsk come consulente. C'è di più: quel 16 aprile, un gruppo di pazienti chiamato Freedom From Fear (Libertà dalla paura) diffuse un sondaggio telefonico secondo cui le persone malate di Gad passano circa 40 ore a settimana - un lavoro a tempo pieno - a preoccuparsi. Il rapporto non citava né il Paxil, né la Gsk, ma il numero di telefono che indicava era quello della ditta di relazioni pubbliche della casa farmaceutica, la Cohn & Wolfe.


La genialità della trovata consiste nel fatto che è lo stesso consumatore a chiedersi se anche lui per caso non soffre di quella sindrome, e che poi va a bussare dal medico perché gli prescriva quel certo farmaco che ha fatto tanto bene a quel suo amico che gliene ha parlato. Per ottenere questo risultato, basta lanciare e sponsorizzare campagne di presa di coscienza della malattia (disease awarness). Insomma, si prende una sindrome minore, che nella sua forma grave colpisce pochissime persone (il Gad per esempio colpisce l'1,2% degli americani, cioé 3 milioni, non i 10 di cui parlava il dottor Gorman), ma che presenta sintomi abbastanza generici; poi si cerca di far certificare dalla Fda che un certo farmaco, già in produzione per altre malattie, cura anche questa nuova sindrome. Con questo metodo si risparmiano miliardi (di euro) e anni: per lanciare un nuovo medicinale ci vogliono in media 8 anni perché passi dallo stadio della ricerca in laboratorio alla commercializzazione in farmacia, mentre per ottenere una nuova indicazione per un farmaco già in commercio bastano 18 mesi. La corsa cominciò nel 1988 quando Eli Lilly lanciò l'antidepressivo Prozac, il primo farmaco di massa della famiglia degli Ssri, inibitori selettivi di reuptake della serotonina ( proprio questo il termine). Da allora il mercato dei Ssri è cresciuto dell'800%, e fino a oggi ben 22 milioni di americani hanno usato il Prozac. Le altre case lanciarono ognuna il proprio antidepressivo: nel 1989 in Europa - ma solo nel 1998 negli Usa - il Celexa (della Forest Laboratories), nel 1992 il Zoloft (Pfizer), nel 1993 il Paxil (GlaxoSmithKline Beecham), nel 1994 il Luvox (Upjohn Solvay). I cervelloni della Gsk scoprirono nel Dsm alcune sindromi promettenti. Abbiamo già visto che nel 2001 riuscirono a far certificare l'antidepressivo Paxil come efficace anche nella cura del Gad, l'ansietà generalizzata. Ma non era la prima volta che facevano il colpo. Già nel 1998 avevano scovato un'altra sindrome, il Sad, il "disordine di ansietà sociale", una forma di timidezza patologica, però estremamente rara secondo il Dsm. Anche qui, entro il `99 Gsk si assicurò la certificazione della Fda. A quel punto però dovette propagandare la malattia stessa e per ciò si rivolse alla ditta di Pr (public relations) di New York Cohn & Wolfe, che coniò lo slogan:
- Immagina di essere allergico alla gente
sotto l'immagine di un uomo derelitto che giocherella con una tazza da té vuota
- Avvampi, sudi, tremi, ti è difficile persino respirare. Ecco come ci si sente con il disordine di ansietà sociale. 
Questi poster tappezzarono gli autobus di tutti gli Stati Uniti. Non facevano riferimento né al Paxil né alla Gsk, ma recavano l'insegna del gruppo Libertà dalla Paura, della Coalizione per il Disordine di ansietà sociale e dei suoi membri volontari dell'Associazione degli psichiatri americani e dell'Associazione dei disordini di ansietà d'America. Questi gruppi erano stati organizzati da Cohn & Wolfe che però non si limitava ai poster, ma rilasciava documentari "indipendenti", certificazioni di illustri luminari (tra cui, guarda un po', il dottor Jack Gorman che è consulente non solo di Gsk, ma di almeno altre 12 farmaceutiche, tra cui Eli Lilly e Pfizer). Cohn & Wolf forniva ai giornalisti anche pazienti più che disposti a riferire come erano riusciti a uscire dall'inferno dell'ansietà sociale grazie ai farmaci. In pochi mesi il Paxil superò il Zoloft e quasi raggiunse il Prozac; e nel 2000 la Public Relation Society of America premiò Cohn & Wolfe per la campagna Sad, come il "miglior programma di Pr del 1999". La Pfizer non perse tempo a reagire: anche lei frugò nel manuale diagnostico Dsm e nello stesso 1999 scoprì un'altra bella sindrome: il disordine da stress post-traumatico che fino ad allora aveva colpito solo i veterani e le vittime di crimini violenti.Imparata la lezione del Sad, Pfizer assoldò la ditta di Pr newyorkese Chandler Chicco Agency e sovvenzionò la Ptds Alliance, che aveva sede negli uffici della Chandler Chicco. La Ptsd Alliance metteva in contatto i giornalisti con esperti di Ptsd, come Jewrilyn Ross, presidente e amministratore delegato dell'Anxiety Disorder Association of America, un gruppo pesantemente finanziato da Pfizer, Gsk, Eli Lilly. Quest'Alleanza fornì statistiche secondo cui tra i bambini che avevano avuto l'esperienza della morte improvvisa di un amico o di un parente, "uno su sei sviluppava la sindrome Ptsd". Secondo altri articoli, un americano su 13 avrebbe subito questo disordine nel corso della sua vita (il che fa 22 milioni di potenziali pazienti). Naturalmente l'anno scorso, dopo l'11 settembre la Pfizer saltò sull'occasione: il 26 settembre la Ptsd Alliance emanava un comunicato secondo cui lo stress post-traumatico può colpire chiunque abbia "assistito a disastri naturali o altri inattesi, psicologicamente stressanti eventi catastrofici, come gli attacchi dell'11 settembre". Nel mese successivo, secondo Psychiatric News, Pfizer spese 5,6 milioni di dollari per pubblicizzare i benefici dello Zoloft contro il Ptsd: il 25% in pi=F9 di quanto aveva spesso in tutto un semestre precedente. Ma il record dopo l'11 settembre toccò alla Gsk, che nell'ottobre 2001 spese 16 milioni di dollari di pubblicità per il Paxil. Pfizer e Glaxo non sono le sole case ad aver sfogliato il Manuale diagnostico. Ogni casa si trova la sua bella sindrome che colpirebbe una 15 milioni di americani, un'altra 9 milioni. Sono statistiche manipolate, spesso prodotte da centri studi finanziati dalle case farmaceutiche e che estrapolano dalle situazioni lievi alle sindromi gravi. A credervi, alla fine, ironizza Mother Jones, non c'è un americano che non sia preda di un disordine di ansietà. Secondo uno studio del 2000, finanziato da Pfizer e pubblicato dall'American Journal of Obstretrics, ben il 20% di tutte le pazienti di ostetricia-ginecologia avrebbe bisogno di un trattamento psichiatrico per sindromi che vanno dalla depressione ai disordini di ansia alimentare. D'altronde già nel 1994 Upjohn e Solvay avevano sovvenzionato la tournée artistica di una californiana, Mary Hull, che aveva sofferto del disordine compulsivo-ossessivo e che riferiva del gran bene tratto dai farmaci Ssri. Uno studio, finanziato da Novartis Aventis, ha trovato che i farmaci Ssri possono ridurre il rischio di attacco cardiaco nei fumatori.E anche la Eli Lilly, minacciata nel suo monopolio antidepressivo del Prozac, è passata al contrattacco: il 15 marzo scorso, ricercatori della Mayo Clinic (finanziati da Eli Lilly) affermarono sul Journal of Clinical Oncology che il Prozac E' un'alternativa realistica alla sostituzione estrogena per ridurre le vampate nelle donne in menopausa. Ma Eli Lilly punta al colpo grosso, a quella discussissima sindrome che è il disordine disforico premestruale (Pmdd), un malessere femminile i cui sintomi includono dolore fisico e sbalzi periodici. Il Pmdd fu incluso dal Manuale nel 1987 tra quei "disordini potenziali proposti per ulteriore studio" e colpirebbe tra il 3 e il 5% delle donne in mestruazione (1,5-3 milioni di americane). Intanto nel 2000 Eli Lilly ha ottenuto dalla Dfa che il Prozac possa essere prescritto contro il Pmdd. E a questo scopo lo ha riconfezionato in una pillola color rosa con il nuovo nome di Sarafem.La ricerca di nuove sindromi non ha limiti. La più geniale è quella della epidemia nascosta presentata alla Convention annuale dell'Associazione Psichiatrica Americana, il disordine di shopping compulsivo: la pulsione a comprare senza freni. Secondo uno studio su questo disordine finanziato da Forest Laboratories, lo shopping compulsivo colpirebbe 20 milioni di americani, al 90% donne. Queste cifre sono state enunciate nella popolarissima trasmissione tv Good Morning America da un illustre specialista. Immaginate chi è? Ma il dottor Jack Gorman ben inteso, che è consulente anche di Forest Laboratories che vuole trovare una nicchia per il suo Celexa.

Chi è "anche" Jack Gorman?
Un pettegola risposta dalle pagine locali di un giornale di Boston: Dr. Jack Gorman admitted having sex with a patient.
(Dalle parole chiave social anxiety disorder, e simili, i principali motori di ricerca ... invitano al Paxil: vedi anche nei siti italiani con qualche ingenuità.
 
I responsabili dell'importante portale per medici Medscape hanno ricevuto 175.000 Dollari per un progetto con il nome „ADHD - Optimizing Diagnosis and Treatment Through an Online Educational Continuum“, che riguarda la diagnosi della sindrome dello Zappelphillip, ADS. Lilly é il produttore di uno dei medicinali contro la ADS a base di atomoxetin. CLM LL, uno dei piú grandi offerenti di CME (Continuing Medical Education), cioé di perfezionamneto professionale di dottori e dottoresse che lavorano nel campo medico, ha ottenuto nel primo quartale 604.375 dollari per programmi di perfezionamneto su depressioni, disturbi bipolari e ADS
.....(continua con la Lilly Grant e la lista che riguarda la fibromalgia.)
Non é chiaro cosa ha mosso la Lilly al passo di pubblicare una lista di tale scottante attualitá (forza dirompente). A richiesta di Telepolis  Lilly-Deutschland  ha comunicato che attualmente si sta lavorando ad una lista simile per la Germania. Una data definitiva di pubblicazione non ha potuto essere comunicata.
**********
nota: “Zappelphillip” é con “pierino porcospino” e il “kaspar della minestra” una delle figure classiche della “educazione” ottocentesca. È il filippo-mai-fermo, o filippo-saltellante,  perció il nickname della ADS in Germania.

Una "novità" nel luglio 2012 03/07/2012 06:20
Farmaci, maxi multa al gigante Glaxo
Stangata sul gigante farmaceutico britannico Glaxo Smith Kline, che verserà allo Stato americano 3 miliardi di dollari per aver venduto alcuni farmaci antidepressivi senza la licenza della Fda, dunque in modo illegale, e per non aver inserito le controindicazioni nelle confezioni d'un farmaco antidiabete. La cifra "è senza precedenti" nel settore, fa notare l'amministrazione Obama, confermando "il fermo impegno del governo per proteggere la salute e per far pagare le proprie responabilità a chi froda le leggi sanitarie".
Home > News & Policies > Policies in Focus 
The President's New Freedom Initiative for People with Disabilities:
The 2004 Progress Report PDF Version of New Freedom
Bush plans to screen whole US population for mental illness Jeanne Lenzer New York
A sweeping mental health initiative will be unveiled by President George W. Bush in July. The plan promises to integrate mentally ill patients fully into the community by providing "services in the community, rather than institutions "according to a March 2004 progress report entitled New Freedom Initiative. While some praise the plan's goals, others say it protects the profits of drug companies at the expense of the public. Bush established the New Freedom Commission on Mental Healthin April 2002 to conduct a "comprehensive study of the United States mental health service delivery system". The commission issued its recommendations in July 2003. Bush instructed more than 25 federal agencies to develop an implementation plan based on those recommendations...
... The commission also recommended Linkage [of screening] with treatment and supports including state-of-the-art treatments using specific medications for specific conditions. The commission commended theTexas Medication Algorithm Project (TMAP) as a model medication treatment plan that illustrates an evidence-based practice that results in better consumer outcomes. Dr Darrel Regier, director of research at the American Psychiatric Association (APA), lauded the president's initiative and the Texas project mode saying:
What's nice about TMAP is that this is a logical plan based on efficacy data from clinical trials.
He said the association has called for increased funding for implementation of the overall plan. APA blames the mess on "a psychiatric survivor group". The American Psychiatric Association is caught boasting in their member newsletter that they helped suppress mass media coverage of the scandal exposed by the British Medical Journal series:
The BMJ story has gained some traction in derivative reports on the Internet, though mainstream media have not touched the story, in part thanks to APA's work, for which the administration is appreciative.
But the Texas project, which promotes the use of newer, more expensive antidepressants and antipsychotic drugs, sparked off controversy when Allen Jones, an employee of the Pennsylvania Office of the Inspector General, revealed that key officials with influence over the medication plan in his state received money and perks from drug companies with a stake in the medication algorithm (15 May, p. 1153). He was sacked this week for speaking to the BMJ and the New York Times. The Texas project started in 1995 as an alliance of individuals from the pharmaceutical industry, the University of Texas, and the mental health and corrections systems of Texas. The project was funded by a Robert Wood Johnson grant—and by several drug companies.
MindFreedom International NEWS - 17 August 2004
MindFreedom News: President Bush and the Shrinking of the USA
This is your source for the latest news about USA President George W.Bush plans -- plans, it turns out, that were cooked up by the psychiatric drug industry -- to screen every USA resident, especially youth, for "mental illness," according to the internationally prestigious British Medical Journal.  MindFreedom International, which unites 100 grassroots groups, calls for united resistance to these drug company plans. Bush’s Shrinking World: George W. Bush Cancels Europe Trip as Human Rights Lawyers Threaten Legal Action over Torture to confront with the Bush plan, and asks that President Bush be screened first, by an independent mental health professional. The "real" Patch Adams has volunteered. Frequently Asked Questions about the Shrinking of America. Quickly learn about this scandal, including psychiatric drug company influence, TMAP, whistleblowers, and more.
Exposes Bush Administration Corruption by Psychiatric Drug Industry
- 14 August 2004 Bush launches controversia mental health plan
-31 July 2004 Scandals have eroded US public's confidence in drug industry
-24 July 2004 FDA's counsel accused of being tooclose to drug industry
-10 July 2004 Whistleblower charges medicaloversight bureau with corruption
(An article about Dr. Stefan Kruszewski, a psychiatrist who spoke out about deaths of children related to TMAP.)
-19 June 2004 Bush plans to screen whole US population for mental illness
-15 May 2004 Whistleblower removed from job fortalking to the press
FDA's counsel accused of being too close to drug industry

The Truth About the Drug Companies: How They Deceive Us and What to Do About It
By Marcia Angell. 3 05 pp. New York, Random House, 2004. $24.95. ISBN 0-375-50846-5.

In this book, her most recent, Marcia Angell explores pharmaceutical research, deplores the rapidly expanding involvement (and distortion of truth) of Big Pharma, and implores us all (physicians, patients, politicians) to do something about it. The dust-jacket blurb asserts that Angell, "during her two decades at [the Journal] had a front-row seat onthe growing corruption of the pharmaceutical industry" Perhaps, but since leaving the Journal, she's gone behind the curtains of BigPharma, Big University, and Big Faculty. Drawing on her own work and on her thoughtful analysis of research, company financial statements, and investigative reports into drug development and marketing, Angell writes with the unambiguous and unyielding stylethat Journal readers came to expect and trust.
 
Report: Mentally ill troops forced into combat. Military not following own rules on deployment, Sunday, May 14, 2006 Posted: 0205 GMT (1005 HKT)
CNN
HARTFORD, Connecticut (AP) -- U.S. military troops with severe psychological problems have been sent to Iraq or kept in combat, even when superiors have been aware of signs of mental illness, a newspaper reported in its Sunday editions
The paper reported that some service members who committed suicide in 2004 or 2005 were kept on duty despite clear signs of mental distress, sometimes after being prescribed antidepressants with little or no mental health counseling or monitoring. Those findings conflict with regulations adopted last year by the Army that caution against the use of antidepressants for "extended deployments."Although Defense Department standards for enlistment disqualify recruits who suffer from post-traumatic stress disorder, the military also is redeploying service members to Iraq who fit that criteria, the newspaper said. I can't imagine something more irresponsible than putting a soldier suffering from stress on (antidepressants), when you know these drugs can cause people to become suicidal and homicidal, said Vera Sharav, president of the Alliance for Human Research Protection, a New York-based advocacy group. You're creating chemically activated time bombs.
Copyright 2006 The Associated Press. All rights reserved. This material may not be published, broadcast, rewritten, or redistributed.

Medscape Psychiatry Medscape_Psych@mp.medscape.com wrote:
Date: Tue, 29 Jul 2003 14:58:21 -0400 (EDT)
From: Medscape Psychiatry
To: wordangel2@yahoo.com
Subject: Bipolar Conference Report Psychiatry MedPulse®
www.medscape.com/psychiatryhome
MedPulse is a weekly index of key news and features on Medscape's specialty sites compiled by Medscape's Editors.
b ADVERTISEMENT
A new indication for Social Anxiety Disorder
A new option for patients with debilitating social avoidance and performance anxiety.
This disorder, characterized by disabling fear of social or performance situations, severely compromises the lives of millions of people in the U.S.
1 Learn more about a product [effexor] that is indicated for Social Anxiety Disorder.



Ma la suggestionabilità non è forse una patologia psichiatrica?

Uscendo per il momento dall'argomento "psicofarmaci" è opportuno occuparsi provvisoriamnte di un altro tipo di farmaco propugnato a tambur battente come "salvavita" e mirante ad un uso cronicizzante e carico di effetti collaterali.
Doctor News 7 luglio 2010 Prevenzione con statine: la mortalità NON si riduce
Non esistono evidenze di benefici derivanti da un trattamento con statine in termini di ridotta mortalità per tutte le cause quando gli ipocolesterolemizzanti sono somministrati a una popolazione con rischio da intermedio a elevato, ma senza storia pregressa di malattia cardiovascolare. Non si conferma, dunque, in prevenzione primaria, la prerogativa degli inibitori dell'HmgCoA reduttasi di diminuire il rischio di mortalità per tutte le cause in soggetti con storia clinica di malattia coronarica. È questo l'esito di una metanalisi, effettuata da Kausik Ray e collaboratori del Dipartimento di Salute pubblica e Cure primarie dell'Università di Cambridge, i quali si sono basati esclusivamente su trial controllati, randomizzati e prospettici, svolti mediante terapia con statine in individui senza malattie vascolari al basale e con disponibilità di informazioni relative alla mortalità per tutte le cause. I dati sono stati ottenuti dalla combinazione di 11 studi, per un totale di 65.229 partecipanti seguiti per approssimativamente 244.000 persone-anno, periodo durante il quale si sono verificati 2.793 decessi.
Arch Intern Med. 2010 Jun 28;170(12):1024-31.
Statins and all-cause mortality in high-risk primary prevention: a meta-analysis of 11 randomized controlled trials involving 65,229 participants.
Ray KK, Seshasai SR, Erqou S, Sever P, Jukema JW, Ford I, Sattar N.
Department of Public Health and Primary Care, University of Cambridge, Cambridge, England. koshray@gmail.com
BACKGROUND: Statins have been shown to reduce the risk of all-cause mortality among individuals with clinical history of coronary heart disease. However, it remains uncertain whether statins have similar mortality benefit in a high-risk primary prevention setting. Notably, all systematic reviews to date included trials that in part incorporated participants with prior cardiovascular disease (CVD) at baseline. Our objective was to reliably determine if statin therapy reduces all-cause mortality among intermediate to high-risk individuals without a history of CVD. DATA SOURCES: Trials were identified through computerized literature searches of MEDLINE and Cochrane databases (January 1970-May 2009) using terms related to statins, clinical trials, and cardiovascular end points and through bibliographies of retrieved studies. STUDY SELECTION: Prospective, randomized controlled trials of statin therapy performed in individuals free from CVD at baseline and that reported details, or could supply data, on all-cause mortality. DATA EXTRACTION: Relevant data including the number of patients randomized, mean duration of follow-up, and the number of incident deaths were obtained from the principal publication or by correspondence with the investigators. DATA SYNTHESIS: Data were combined from 11 studies and effect estimates were pooled using a random-effects model meta-analysis, with heterogeneity assessed with the I(2) statistic. Data were available on 65,229 participants followed for approximately 244,000 person-years, during which 2793 deaths occurred. The use of statins in this high-risk primary prevention setting was not associated with a statistically significant reduction (risk ratio, 0.91; 95% confidence interval, 0.83-1.01) in the risk of all-cause mortality. There was no statistical evidence of heterogeneity among studies (I(2) = 23%; 95% confidence interval, 0%-61% [P = .23]). CONCLUSION: This literature-based meta-analysis did not find evidence for the benefit of statin therapy on all-cause mortality in a high-risk primary prevention set-up.

 Iniziamo con il segnalare un fatto emblematico di massima gravità inerente all'arroganza e Potenza dell'industria farmaceutica, citando, documentato, uno scambio di lettere informative di disposizioni tra il Ministero della Salute italiano ed una di queste potenze sovranazionali (impressionante per l'"ubbidienza" da parte di un Ministero di uno Stato Sovrano, redarguito - "per raccomandata!!! - da una di queste Potenze "fantasma"). 
Subject: Rosuvastatinae Rischio di Rabdomiolisi - 09 Giugno 2004
Date: Wed, 09 Jun 2004 14:44:00
From: GioFil Banca Dati Sanitaria Farmaceutica <a.viti@giofil.it>
To: a.viti@giofil.it
Roma, 09 Giugno 2004
Egregio Dottore/ssa
Infomedics e Virology in Collaborazione con la GioFil Le Comunicano che il
Ministero Della Salute in Data 08 Giugno 2004 ha Diramato la Seguente 
Doctor Letter sul Rischio di RABDOMIOLISI con l'Uso della ROSUVASTATINA
(Crestor - Provisacor - Simestat)
La Rosuvastatina e' un Inibitore della HMG-CoA Reduttasi Indicato, in Aggiunta alla Dieta, per il Trattamento di Alcune Forme di Ipercolesterolemia Primaria e Familiare.
Al Fine di Ridurre al Minimo il Rischio di Rabdomiolisi e di Promuovere un Uso Sicuro di Rosuvastatina, sono State Introdotte Importanti Modifiche nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e nel Foglio Illustrativo Riguardanti la Dose Iniziale Raccomandata, le Modalita' di Aggiustamento del Dosaggio, le Controindicazioni per Specifici Gruppi di Pazienti.
Nel File Le Abbiamo Inserito : 
- La Nota Informativa Importante
- Il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (Scheda Tecnica)
Subject: Rosuvastatina - 11 Giugno 2004
Date: Wed, 16 Jun 2004 09:18:38 +0200
From: GioFil Banca Dati Sanitaria Farmaceutica <a.viti@giofil.it>
Roma, 11 Giugno 2004
Egregio Dottore/ssa
Il 10 Giugno 2004 Le Abbiamo Inviato una Nostra Circolare che l'Avvertiva
che il Ministero Della Salute Aveva Messo in Linea sul Portale della
FarmacoVigilanza Due Documenti sulla Rosuvastatina :
- Nota Informativa
- Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto
La Nostra Circolare Riportava la Seguente Dicitura :
RISCHIO DI RABDOMIOLISI CON L'USO DI ROSUVASTATINA
l'Astrazeneca ci ha Informato (Con Raccomandata) che la Frase e' Infondata, Ingannevole e Manifestamente Lesiva degli Interessi dei Pazienti e delle Imprese che Commercializzano la Rosuvastatina. Quindi Le Chiediamo di Leggere Attentamente il Seguente Comunicato di Rettifica Inviatoci in Data Odierna dall'Astrazeneca con Preghiera di Divulgarlo.(Comunicato Del Ministero Della Salute)
Le Riscrivo Anche Quanto Viene Riportato sul Sito del Ministero Della Salute in Data 08 Giugno 2004 e da Noi Trascritto Integralmente sulla Nostra Circolare Contestata: Rosuvastatina (Crestor,Provisacor, Simestat) e' un Inibitore della HMG-CoA Reduttasi Indicato, in Aggiunta alla Dieta, per il Trattamento di Alcune Forme di Ipercolesterolemia Primaria e Familiare. Al Fine di Ridurre al Minimo il Rischio di Rabdomiolisi e di Promuovere un Uso Sicuro di Rosuvastatina, Sono State Introdotte Importanti Modifiche nel
Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e nel Foglio Illustrativo Riguardanti la Dose Iniziale Raccomandata, le Modalita' di Aggiustamento del Dosaggio, le Controindicazioni per Specifici Gruppi di Pazienti.
Nella Certezza che con la Sua Professionalita' e' in Grado di Giudicare il
Nostro Operato Colgo l'Occasione per SalutarLa e PorgerLe Distinti Saluti.
Subject: Rosuvastatina (Ministero Della Salute) - 16 Giugno 2004
Date: Wed, 16 Jun 2004 14:48:24
From: GioFil Banca Dati Sanitaria Farmaceutica <a.viti@giofil.it>
To: a.viti@giofil.it
Roma, 16 Giugno 2004
Egregio Dottore/ssa
Purtroppo Dobbiamo Ritornare sul Problema della Rosuvastatina, Avendo Ricevuto dal Ministero Della Salute in Data 15 Giugno 2004 la Seguente Lettera :
http://pdf.giofil.it/circopdf/saro.pdf
In Riferimento a Quanto da Noi Divulgato :
http://pdf.giofil.it/circopdf/sa00.pdf (Ministero della Salute - 08 Giugno 2004)
http://pdf.giofil.it/circopdf/asze02.pdf (AstraZeneca - 11 Giugno 2004)
Nella Speranza che Quest'Ultimo Comunicato Contribuisca a Chiarire la Posizione della GioFil, Cogliamo l'Occasione per SalutarLa.
(Vedi lettera originale della Astrazeneca alla Giofil: nel libro a pag.264)
nessun_oggetto
E cosa dire di questa mail privata?
Un "dato per ricevuto", un'amichevole "messa in guardia" o ...  una velata  "minaccia"?

And how ro consider this private mail? A simple "receipt", or an advice?
 a "friendly caution" or a "threatening" warn?

Dal foglietto illustrativo (popolarmente: 'bugiardino')
Effetti muscolo-scheletrici. Aumenti della creatinfosfokinasi (CK) sino a 10 volte i valori massiminormali sono stati osservati nello 0,2-0,4% dei pazienti trattati con rosuvastatina con dosi sino a 40  mg al giorno; nello 0,1% dei pazienti, tali aumenti si sono associati ad una miopatia conclamata1; la frequenza di miopatia è analoga a quella riportata con le altre statine1. Con la dose da 80 mg (successivamente abbandonata dalla ditta produttrice) si sono verificati 7 casi di rabdomiolisi (senza elevazione della CK)1; un altro caso di rabdomiolisi è stato notificato alla FDA con l'impiego della dose di 10 mg nello studio in corso GISSI-HF1. Sulla base dei dati disponibili è difficile stabilire se il rischio di rabdomiolisi sia quantitativamente diverso da quello osservato con le altre statine.
Effetti renali. Con 80 mg al giorno si sono registrati 3 casi di insufficienza renale, non associati rabdomiolisi, con proteinuria ed ematuria1; proteinuria ed ematuria microscopica sono state osservate anche con i dosaggi più bassi del farmaco.

Una noticina di economia: un parallelo di prezzi 24,99€ del prodotto commerciale - da notare: a carico del Sistema Sanitaio Nazionale -  nel suo dosaggio più basso cioè confezioni da 28 compresse da 5 milligrammi: cioè millesimi di grammo, da confrontare con il prezzo al KILO - al kilo! -  della materia prima che è di 5500 dollari.
E' forse un caso? In somma algebrica con tutti i dati delle entrate trionfali delle ditte farmaceutiche
2010, SSN rischia voragine da 10 MLD
La spesa sanitaria italiana continua a crescere, e più rapidamente del prodotto interno lordo (Pil). "Al punto che nel 2010 la forbice tra finanziamento statale e spesa rischia di aprire una voragine da 10 miliardi"

E invece, per contrastare, in modo quanto meno logico e non solo polemico, la propaganda a tambur battente in favore delle "statine" come salvavita per un numero inverosimile di "malattie" non solo cardiovascolari:
Gli studi epidemiologici di natura osservazionale sono sostanzialmente coerenti nel mostrare che anche valori crescenti della trigliceridemia, e valori decrescenti della colesterolomia HDL, si associano ad un aumentato rischio coronario e cardiovascolare. I risultati degli studi controllati di intervento condotti con l’obiettivo di modificare questi parametri di rischio, e che hanno impiegato essenzialmente trattamenti farmacologici, non hanno tuttavia fornito risultati conclusivi, e non esiste a tutt’oggi un consenso generale sull’opportunità di effettuare interventi correttivi di natura farmacoterapeutica su questi fattori di rischio, con obiettivi di prevenzione cardiovascolare, nella popolazione generale.

Crestor litigation:
Food and Drug Administration Fda, la Rosuvastatina è sicura
 L'agenzia americana per il farmaco Food and Drug Administration (Fda) ha respinto ufficialmente la petizione dell'associazione consumatori Usa Public Citizen, che chiedeva di ritirare dal mercato l'anti-colesterolo rosuvastatina. Il medicinale era infatti sospettato di produrre gravi effetti collaterali a livello renale. Lo riferisce in una nota AstraZeneca, azienda produttrice della statina. L'Fda ha deciso dopo aver
 valutato i risultati degli studi clinici e della fase di post-commercializzazione del prodotto, concludendo come tutti i dati disponibili confermino per rosuvastatina un profilo di tollerabilita' sovrapponibile a quello delle altre statine sul mercato. La sicurezza dei pazienti e' la nostra priorità principale e la riconferma della Fda dovrebbe rassicurare i milioni di cittadini inopportunamente allarmati dalle insinuazioni di Public Citizen, ha dichiarato David Brennan, presidente e AD di AstraZeneca negli Stati Uniti. Al momento dell'approvazione da parte dell'Fda, ottenuta nel luglio 2003, la sicurezza della rosuvastatina era stata valutata su oltre 12 mila pazienti, con piu' di 1.500 trattati per almeno due anni. Il farmaco, autorizzato in oltre 70 Paesi, e' stato prescritto piu' di 18 milioni di volte a oltre 4,3 milioni di pazienti ed e' stato oggetto di studi clinici condotti su piu' di 50 mila pazienti.

Ed ecco - marzo 2006 - sbandierare "brillanti e salvifiche novità" riguardanti questa - assurda - arma la più affilata che esista (comunque segnalate in un articolo indirettamente critico) nello studio Asteroid sulla rosuvastatina, presentati da AstraZeneca ad Atlanta al 55esimo Congresso dell'American College of Cardiology (Acc):

Pillola spazzina delle arterie ma prevenzione prima di tutto
Una pillola al giorno spazza via dalle arterie i 'tappi' di colesterolo a rischio di infarto e ictus. Ma la parola d'ordine per salvarsi la vita resta la prevenzione: dieta sana, lotta ai chili di troppo, niente fumo e piu' sport. La disponibilità di un'arma, "la piu' affilata che esista", per ripulire i vasi ostruiti "non deve infatti offrire un alibi" per lasciarsi andare a 'stravizi' come cibo spazzatura, sigarette e ritmi sedentari. Così Claudio Ciminiello, direttore del Dipartimento di Medicina dell'Azienda ospedaliera di Vimercate (Milano), ha commentato oggi nel capoluogo lombardo i risultati dello studio Asteroid sulla rosuvastatina, presentati da AstraZeneca ad Atlanta al 55esimo congresso dell'American College of Cardiology (Acc). Somministrata per due anni alla dose quotidiana di 40 milligrammi su 507 pazienti maggiorenni, di varie razze e con aterosclerosi grave 'fotografata' da un'innovativa tecnica a ultrasuoni chiamata Ivus (Intravascular ultrasound), il farmaco "e' la prima statina in grado di invertire la marcia dell'aterosclerosi", ha spiegato lo specialista. ... Lo studio Asteroid fa parte di un programma clinico battezzato Galaxy (10 trial gia' conclusi e 11 tuttora in corso), avviato su piu' di 51 mila pazienti di oltre 50 Paesi per valutare gli effetti della rosuvastatina su aterosclerosi e malattie correlate. ... I malati arruolati in Asteroid avevano chiari segni di coronaropatia e dovevano sottoporsi ad angioplastica col palloncino, ha sottolineato Ciminiello. Ed e' a questo tipo di persone che, su indicazione di centri specializzati, va somministrata la rosuvastatina ad alte dosi, gia' disponibile in Italia e rimborsata dal Ssn in nota 13, ha aggiunto. Per tutti devono invece valere in primo luogo le regole del buon senso, quelle di una sana prevenzione. Ora si tratta di avvicinare il piu' possibile i risultati ottenuti alla pratica clinica, ha precisato l'esperto, ricordando che il problema principale e' l'aderenza dei pazienti alle cure. Anche in Asteroid, infatti, benché la rosuvastatina si sia confermata "tollerata e con un profilo di rischio sovrapponibile a quello delle altre statine", il 30% dei reclutati non ha concluso lo studio. Infine, ha annunciato Ciminiello, il passo successivo in cui l'Italia promette un grande contributo sara' di disegnare un ampio trial per capire quanti infarti e ictus vengono evitati riducendo di tanto la placca.

Finalmente la statina giusta! La rosuvastatina sale al primo posto nelle graduatorie dei trattamenti farmacologici per la prevenzione primaria dell'aterosclerosi. Così la placca è sotto controllo.
Lo confermano i risultati di un ottimo lavoro condotto su 984 pazienti di età media intorno ai 57 anni, già portatori di aterosclerosi subclinica consistente in lieve ispessimento dell'intima vascolare a livello coronarico. Lo studio multicentrico, noto con l'acronimo METEOR (Measuring Effects on Intima-Media Thickness: an Evaluation of Rosuvastatin), secondo un disegno sperimentale in doppio cieco, placebo contro rosuvastatina (40mg/die), ha considerato i pazienti afferenti a 61 centri specialistici europei e americani dall'agosto 2002 al maggio 2006. Il follow-up era di due anni consecutivi di trattamento. Dall'analisi dei primi risultati si sono evidenziati: una riduzione del 23,5% per cento dei livelli plasmatici di colesterolo LDL e un aumento del 7,5% dei livelli di colesterolo HDL solo nei soggetti trattati. Peggioravano, invece, i parametri lipidici dei soggetti che assumevano placebo. Inoltre, a livello vascolare l'ispessimento rimaneva stabile sempre nei soggetti trattati. In sintesi, la rosuvastatina non elimina le strie lipidiche già presenti, ma se somministrata ad uno stadio iniziale della malattia è in grado di contrastarne la progressione. Una vera promessa per la prevenzione primaria!
JAMA. 2007 Mar 25; [Epub ahead of print]
NUTRIZIONE 30 marzo 2007 - anno 2 numero 12

Buonsenso / Good sense

Stori di un boccon di pane Macé
Opera adottata dalla Commissione Universitaria dei libri di premio. Terza edizione italiana.
La prima edizione italiana è stata fatta sotto la dodicesima francese. Milano: presso gli Editori della Biblioteca Utile 1864"



Daniel Pennac Storia di un corpo
Un curioso diario del corpo che lui ha tenuto dall'età di dodici anni fino agli ultimi giorni della sua vita. Al centro di queste pagine regna, con tutta la sua fisicità, il corpo dell'io narrante che ci accompagna nel mondo, facendocelo scoprire attraverso i sensi: la voce stridula della madre anaffettiva, l'odore dell'amata tata Violette, il sapore del caffè di cicoria degli anni di guerra, il profumo asprigno della merenda povera a base di pane e mosto d'uva. Giorno dopo giorno, con poche righe asciutte o ampie frasi a coprire svariate pagine, il narratore ci racconta un viaggio straordinario, il viaggio di una vita, con tutte le sue strepitose scoperte, con le sue grandezze e le sue miserie: orgasmi potenti come eruzioni vulcaniche e dolori brucianti, muscoli felici per una lunga camminata attraverso Parigi e denti che fanno male, evacuazioni difficili e meravigliose avventure del sonno. Con la curiosità e la tenerezza del suo sguardo attento, con l'amore pudico con cui sempre osserva gli uomini, Pennac trova qui le parole giuste per raccontare la sola storia che ci fa davvero tutti uguali: grandiose e vulnerabili creature umane.

In attesa di furiose richieste di smentita da parte della Ditte produttrici, fortunatamente si cominciano ad avvertire anche da altre fonti (ed anche da fonti più che ufficiali) soprassalti di - almeno relativo - buonsenso:

Antidepressants and Bipolar Depression: The Dangers of Galenic Psychopharmacology
Nassir Ghaemi, - his next forthcoming book in press for late 2009 publication is: The Rise and Fall of the Biopsychosocial Model: Eclectic Psychiatry Examined with Johns Hopkins University Press, this book is a sequel to The Concepts of Psychiatry (2003) - Psychiatry/Mental Health, 10:33AM Jul 28, 2009
During the recent International Congress on Bipolar Disorder in Pittsburgh, a plenary lecture was given by Dr. Lakshmi Yatham of the University of British Columbia on the topic of antidepressants in bipolar depression.    Dr Yatham made the following points:
Why do we presume that clinicians opinions should set a high bar for research based proof? The assumption seems to be that it is acceptable to use drugs until they are definitively proven ineffective, rather than to not use until they are proven EFFFECTIVE. Is this not an attitude dangerous to the public health? Imagine when the prevailing clinical opinion in the world once was that the earth was flat. Someone went around the world and came back. The response, following the above rationale, would have been: "Yes, but you have not cross the entire world; maybe another part of it is flat". Science is not refuted by personal experience; the history of science always has gone in the other direction. And so with medicine: "Bleeding for the release of humours, so well rationalized by Galen, was accepted by almost all doctors from the 2nd century AD until our grandfathers' generation a century ago".

Statistiche e algoritmi: Cura il paziente, non il laboratorio!

In un convegno del 17 Ottobre 2005, il direttore della Substance Abuse & Mental Health Services Administration (SAMHSA) Charles Currie annunciò che essa non avrebbe più appoggiato il Texas Medication Algorithm Project (TMAP). Nel sentire questa notizia, il Government Accountability Project e numerosi altri gruppi di supervisione hanno tirato un lungo sospiro di sollievo: finalmente. In poche parole, TMAP rappresenta tutto ciò che c'è di sbagliato tra la medicina tradizionale e la relazione del governo con Big Pharma (l'industria farmaceutica, ndr), e, secondo molti, è la dimostrazione che il nostro governo (USA, ndr) è corrotto ai suoi livelli più alti.
Cosa c'è che non va nel progetto TMAP? Iniziamo dai primi elementi: molti pazienti sperimentano già gli effetti negativi dell'attuale approccio "distaccato" della medicina tradizionale. Come se la medicina tradizionale non fosse sufficientemente impersonale, il TMAP prende le decisioni medico-paziente - complesse e soggettive, rese necessarie dalla malattia mentale - e le declassa in un approccio al trattamento psichiatrico su modelli di un "albero di decisione" (da Garzantilinguistica.it: l'albero di decisione, nella ricerca operativa, è la rappresentazione grafica del metodo di risoluzione di un problema in condizioni di incertezza - ndr)
Il Texas prosegue il piano del Presidente Bush per schedare il maggior numero possibile di “anormali”: un sistema informatico ad algoritmi complessi indirizzerà le diagnosi psichiatriche. Un approccio estremamente superficiale alla malattia mentale che genererà pericolose semplificazioni: l’intera popolazione della nazione potrà essere sottoposta a diagnosi da questo sistema “ad albero di caduta” in grado di generare come risposta terapeutica ESCLUSIVAMENTE la somministrazione di psicofarmaci, agli adulti ed anche ai bambini.

Studi scientifici: usare con cautela. Più della metà delle ricerche darebbe risultati falsi La verità scientifica? Meglio metterci una pietra sopra.
Almeno per quanto riguarda i risultati della maggior parte degli studi scientifici, per i quali bisogna rassegnarsi all'idea che è più probabile che siano falsi piuttosto che veri. Questa tesi, certamente provocatoria e tutt'altro che incoraggiante, è stata illustrata (e dimostrata, numeri alla mano) sulla rivista ad accesso libero PLoS Medicine da John Ioannidis dell'Università greca di Ioannina, che non è nuovo ad affermazioni "forti" sulla validità o meno degli studi scientifici. Nel luglio di quest'anno, infatti, su JAMA era comparso uno studio dello stesso autore che si proponeva di valutare con quale frequenza i risultati di studi clinici che dimostravano l'efficacia di una cura fossero stati smentiti o ridimensionati da ricerche successive. Analizzando 45 studi, pubblicati sulle riviste mediche più prestigiose tra il 1990 e il 2003, Ioannidis aveva osservato che i dati di 7 erano stati ribaltati e per altri 7 c'era stato un significativo ridimensionamento. Una smentita più o meno forte, quindi, era arrivata per un terzo di questi studi.   
Forte di questa premessa, Ioannidis ha inquadrato in un modello matematico, quantificandoli, i parametri considerati significativi per valutare la validità di uno studio e, quindi, le possibili fonti di errore. Il più intuitivo di questi parametri, ma anche il meno accurato, è la significatività statistica. Uno studio è considerato statisticamente significativo se la probabilità che il risultato sia completamente dovuto al caso è una contro venti: questo significa che, esaminando 20 differenti ipotesi scelte a caso, una di esse, in media, potrà risultare statisticamente significativa. Mentre dal punto di vista puramente matematico questo può risultare un parametro affidabile per determinare la validità di un metodo, se ci si cala nella realtà delle ipotesi che sono analizzate nelle ricerche ci si rende conto che la significatività statistica non può essere l'unico elemento su cui basarsi per valutare uno studio. Quando le possibili ipotesi da analizzare sono centinaia (è il caso, per esempio, dell'influenza di un gene su una malattia), questo standard può indurre in errore: infatti alcune ipotesi in apparenza significative potrebbero essere, per gli scherzi del caso, false. O per converso, se si prendono in considerazione, in modo del tutto casuale, 20 ipotesi false, una di esse potrebbe risultare vera.   
Questo aspetto, per quanto importante, non è però l'unico che Ioannidis considera nel suo modello. Vari altri fattori possono indurre errori negli studi scientifici. Le limitate dimensioni dei campioni considerati, per esempio, o un disegno poco accurato dello studio, che consente ai ricercatori di "pescare" tra i propri dati quelli che provano la tesi iniziale. C'è poi da tenere nel dovuto conto anche la "parzialità" dei ricercatori, dovuta all'attaccamento alla propria teoria o ad aspetti più profani di interesse economico.
Elaborando tutti questi elementi secondo il proprio modello matematico, Ioannidis arriva a concludere che uno studio disegnato secondo buoni parametri può arrivare ad avere l'85 per cento delle probabilità di dare risultati corretti; se i parametri non sono rispettati o lo sono solo in parte questa probabilità scende fino al 17 per cento. Quindi, calcolatrice alla mano, in media più della metà degli studi dà risultati falsi con buona probabilità.
Che fare, allora? "La verità scientifica è un bersaglio in movimento" commentano gli editori di PLoS Medicine. "La possibilità che la maggior parte delle conclusioni sia falsa fa inevitabilmente parte dell'impegno nella ricerca. Chiunque sia coinvolto nella realizzazione e nella pubblicazione degli studi deve necessariamente essere di mente aperta, rigoroso e onesto nel progettare gli esperimenti, analizzare i risultati, comunicare le conclusioni, revisionare i manoscritti, commentare i lavori e accettare che l'incertezza esiste nel campo della ricerca".   
A questo punto, non senza una punta di malignità, ci sarebbe da chiedersi, come fa l'Economist: che probabilità c'è che lo studio di Ioannidis sia falso?   
Come individuare i risultati falsi   
Secondo Ioannidis alcuni elementi aiutano a individuare i risultati che hanno maggiore probabilità di essere falsi:   
1. più sono piccole le dimensioni degli studi, più bassa è la probabilità che diano risultati validi   
2. più limitato è l'effetto misurato, più è probabile che i risultati siano falsi: è più facile avere risultati validi quando si indagano effetti di grande portata (per esempio la relazione tra fumo e malattie cardiovascolari) piuttosto che quelli supposti "piccoli" (per esempio i fattori genetici di rischio di alcune malattie)   
3. più alto è il numero delle relazioni analizzate, più probabilmente lo studio darà risultati falsi: gli studi disegnati per confermare un'ipotesi (trial controllati e randomizzati in fase III o metanalisi), per esempio, hanno maggiore probabilità di dare risultati veri   
4. più elevata è la flessibilità nel disegno e nel metodo analitico dello studio, maggiore è la probabilità di avere risultati falsi: l'aderenza a modelli standard condivisi aumenta la proporzione di risultati positivi
5. più grandi sono gli interessi (economici e non) in gioco, minore è la probabilità che lo studio dia risultati validi.
6. più "caldo" è il campo di ricerca (con grande competizione tra molti gruppi di ricercatori), più elevata è la probabilità che i risultati siano falsi: può sembrare paradossale ma, quando la competizione è accesa, il fattore tempo assume un'importanza fondamentale, spingendo i ricercatori a diffondere nel minor tempo possibile i propri risultati ritenuti "positivi".
Raffaella Daghini Tempo Medico n. 799 - 24 settembre 2005 Fonte: PLoS Medicine 2005; 2: 696 e 272
 

Why Most Published Research Findings Are False John P. A. Ioannidis
Summary: There is increasing concern that most current published research findings are false. The probability that a research claim is true may depend on study power and bias, the number of other studies on the same question, and, importantly, the ratio of true to no relationships among the relationships probed in each scientific field. In this framework, a research finding is less likely to be true when the studies conducted in a field are smaller; when effect sizes are smaller; when there is a greater number and lesser preselection of tested relationships; where there is greater flexibility in designs, definitions, outcomes, and analytical modes; when there is greater financial and other interest and prejudice; and when more teams are involved in a scientific field in chase of statistical significance. Simulations show that for most study designs and settings, it is more likely for a research claim to be false than true. Moreover, for many current scientific fields, claimed research findings may often be simply accurate measures of the prevailing bias. In this essay, I discuss the implications of these problems for the conduct and interpretation of research.

Tab. 1 Esempi di interventi orientati su obiettivi surrogati e risultati ottenuti sull’obiettivo primario ( orientato sul paziente) *
* modificata da Shaughnessy AF., Slawson DC. What happened to the valid POEMs? A survey of review articles on the treatment of type 2 diabetes. BMJ 2003;327:266July 9, 2007 -- Updated 1942 GMT (0342 HKT) Feedback
CDC: Antidepressants most prescribed drugs in U.S Of 2.4 billion prescriptions in 2005, 118 million were for antidepressants. Expert: 25 percent of adults will have a major depressive episode at some point
ATLANTA, Georgia (CNN) -- Dr. Ronald Dworkin tells the story of a woman who didn't like the way her husband was handling the family finances. She wanted to start keeping the books herself but didn't want to insult her husband. She got the antidepressant, and she did feel better, said Dr. Dworkin, a Maryland anesthesiologist and senior fellow at Maryland Psychological Services, who told the story in his book Artificial Unhappiness: The Dark Side of the New Happy Class. But in the meantime, Dworkin says, the woman's husband led the family into financial ruin.



Comunicato stampa del 06/05/2013:
RAPPORTO ESPAD 2012: IN CRESCITA L’USO DI PSICOFARMACI TRA I MINORI,
IL 15% LI ASSUME SENZA PRESCRIZIONE MEDICA
Rapporto ESPAD 2012: psicofarmaci in aumento tra i giovani, spesso assunti senza controllo medico

1. Does the TeenScreen Program endorse mental health screening for all teens?
The goal of TeenScreen is to screen every child in the United States by the time they're out of high school. According to TeenScreen's Director, Laurie Flynn, their long term goal is "treatment" for "those in need."
2. Does TeenScreen recommend treatment?
TeenScreen materials say they make no treatment recommendations. However, let's pose this question: If you have a child who's been asked a battery of potentially upsetting questions, has been labeled with a bogus "mental disorder", has been assigned a certain "impairment score" and then referred to a psychiatrist, what do you think the treatment will be? When TeenScreen says they do not recommend treatment it's like the gallows builder saying he didn't hang that man!

30 agosto 2011
Indicatori surrogati di malattia sotto inchiesta: correlazione incerta con la salute,
conseguenze fatali per il paziente. Cura il paziente, non il laboratorio!

Ricerca: le cattive pratiche sono un problema globale
Contro le pratiche scorrette che sempre più spazio trovano nella ricerca - non solo in ambito biomedico - occorre adottare strategie a livello globale: è questa la conclusione di due articoli pubblicati sull'ultimo numero di Plos Medicine, che esaminano il problema delle frodi e delle gravi negligenze che compromettono a qualità della ricerca, fornendo un quadro generale delle iniziative messe in campo da governi e istituzioni per gestire il problema sia nei paesi ricchi sia in quelli emergenti. Secondo gli esperti riuniti nel 2012 dal Bmj e dal Committee on publication ethics (Cope), si tratt a di «un comportamento, intenzionale o no, del ricercatore che va contro gli standard dell'etica e della ricerca». Essa può essere più o meno grave e include plagio, invenzione, falsificazione e manipolazione dei dati. Più comunemente il danno deriva da pratiche dubbie e discutibili come: pubblicare gli stessi risultati due volte, non dichiarare conflitti d'interesse, eliminare alcuni dati - i cosiddetti "outlier" - senza darne comunicazione, aggiungere coautori che non hanno contribuito al lavoro. Studi condotti nei paesi ricchi indicano che il 2-14% degli scienziati ha falsificato i risultati e che tra il 33-75% è responsabile di pratiche discutibili. Malgrado in questi paesi vi sia la consapevolezza del problema, pochi stati (USA, Germania e paesi scandinavi) hanno sviluppato una risposta formale che include programmi di prevenzione, investigazioni, punizioni e supervisione da parte delle istituzioni. «Così come molti S tati hanno organismi nazionali per l'approvazione etica degli studi, dovrebbero esistere simili organismi anche per supervisione e correzione» sostiene Zubin Master, dell'Alden March Bioethics Institute di Albany, NY, e autore di uno degli articoli. Pochi dati sono disponibili per capire l'estensione del problema nei paesi a basso-medio reddito, ma una ricerca svolta di recente in 11 paesi emergenti indica che il comportamento scorretto dei ricercatori è comune quanto nei paesi ricchi. In generale se ne discute ancora poco, eccezion fatta per la Cina, che ha creato un Ufficio per l'integrità della ricerca scientifica. Accanto a questi sforzi su base nazionale, occorre però un approccio transnazionale: «Occorrono linee guida internazionali, come il Singapore Statement on Research Integrity, che rappresenta un importante passo di cooperazione in nome dell'integrità della ricerca» conclude Master.

Citazioni dalla parte degli oppositori.
Una vastissima - anche se non del tutto accettabile e /o attendibile - miscellanea di file e di video si trova nel sito ufficiale dell'Archivio Psichiatrico e nel CANALE CREATO CON L'INTENZIONE DI ARCHIVIARE IN PLAYLIST IL MATERIALE VIDEO CHE É DISSEMINATO SU YOUTUBE COME FOSSE UNA CACCIA AL TESORO.
Psichiatria e psicofarmaci uso e abuso molto diffuso e non ancora in disuso a causa di un business colossale con introiti colossali e più di un medico colluso, in una mafia legalizzata, aziendalizzata e maledettamente organizzata in una basagliata. Sempre più cittadini (perfino bambini) etichettati bollati e marchiati da diagnosi e crimini efferati, alcuni perennemente rinchiusi e che sanno cosa è la contenzione e costretti ad assumere vagonate e cockails di farmaci da far accapponare la pelle perfino al Dr. Vermiglione psicanalista medico santone. Come Wanna Marchi e Stefania Nobile il tutto gestito da gente che deve e far consumare tonnellate di farmaci per le case farmaceutiche gestite dai Dr Knock e meglio se se ne vendono non in monosomministrazione ma a stock.

Dall'altra sponda dell'Atlantico:
Protesters, Rejecting Mental Illness Labels, Vow to "Occupy" the American Psychiatric Association Convention. This peaceful protest exposes the fact that the DSM-5 pushes the mental health industry to medicalize problems that aren't medical, inevitably leading to over-prescription of psychiatric drugs - including for people experiencing natural human emotions, such as grief and shyness, said David Oaks, founder and director of MindFreedom International (MFI), which has worked for 26 years as an independent voice of survivors of psychiatric human rights violations.
"We call for better ways to help individuals in extreme emotional distress." Other speakers criticizing the revised manual, considered the psychiatric industry's bible, include Brent Robbins, Ph.D., Secretary of the Society for Humanistic Psychology, which has gathered more than 8,000 signatures from mental health professionals calling for "developing an alternative approach" to the DSM.


D'altra parte neanche le cosidette medicine alternative "scherzano" come inbonitori e prescrittori a raffica, spesso smentite persin duramente da professionisti e ricercatori seri che lavorano nello stesso settore - vedi ad esempio la newsletter: Fitoterapia33: del 19/02/2012.

Sembrava di assistere a una brutta favola, purtroppo era realtà, peraltro nota al medico di medicina generale che comunque seguiva e assecondava la sua paziente, diventata suo malgrado una "paziente alternativa". Francamente molto triste è stata la constatazione di quanti pseudofarmaci alternativi vengano ancora oggi consigliati da pseudomedici alternativi a veri pazienti affetti da vere e gravi patologie. Fortunatamente, alla fine della visita, la paziente ha accolto, anche con senso di liberazione, il consiglio di abbandonare quella pseudoterapia che stava seguendo per affidarsi alle cure dell'oncologo che ci aveva chiesto la consulenza. E noi ci siamo limitati a prescrivere quello che la fitoterapia in questi casi, alla luce delle evidenze, ci consente.
Molti pazienti non dichiarano l'uso di erbe medicinali, integratori,vitamine. Eppure in un recente studio, il 49% di anziani (età 65-74 anni) ha utilizzato un supplemento a base di erbe medicinali sia per il trattamento che per prevenire un problema di salute.(2). Altri studi hanno suggerito che questo numero è ancora più elevato. I motivi addotti per l'uso di preparazioni a base di erbe vanno da "sono naturali", "sono sicuri", "hanno minori effetti collaterali", a "si possono acquistare senza prescrizione". I sintomi di ciascuno dei suddetti pazienti erano legati proprio a una preparazione a base di erbe, vitamine, o di un integratore che avevano aggiunto alla loro terapia farmacologica senza consultare il proprio medico. ... L'intento di questo articolo non è tanto quello di discutere le azioni e le interazioni delle centinaia di preparazioni a base di erbe, integratori e vitamine che sono disponibili, quanto di:
  • a) ricordare ai medici di chiedere sempre al paziente se faccia uso di integratori/erbe medicinali; b) riconoscere che le sostanze naturali possono causare problemi per i pazienti geriatrici e per queste ragioni essi devono essere pronti a investigare le interazioni quando i pazienti dichiarano di prendere un supplemento; 3) segnalare eventuali sospette reazioni avverse.
  • 1. Joan Somes, Nancy Stephens Donatelli,  Strange medication reactions journal of emergency nursing volume 37 ? ISSUE 4 July 2011
  • 2. Zeilmann CA. Use of herbal medicine by elderly Hispanic and non- Hispanic white patients. Pharmacotherapy. 2003;23(4):526-32.
Eugenia Gallo Dipartimento di Farmacologia Università di Firenze

Disease mongering / commercializzazione delle malattie


Medscape Psychiatry & Mental Health
Malpractice Watch: Keep an Eye Out for Side Effects
All in all, physicians need to be more attentive to potential side effects of medications that are being administered and monitoring patients on an ongoing basis. This is not just a good defensive medicine practice, but also a practice that will promote the health of the patient overall.

INVENTARE MALATTIE
Psychiatrists have become the minions of drug company promotions?
1903? e 2006?
1) CONGRESSO NAZIONALE DI PSICHIATRIA: INVENTATE NUOVE SINDROMI DEL COMPORTAMENTO! In questo interessantissimo articolo si fa riferimento ad alcune tra le più recenti “invenzioni” della psichiatria organicista: dalla “sindrome sport-compulsiva” - nuova originale patologia secondo la quale il 10% degli italiani che frequentano abitualmente centri fitness sarebbe malato di mente - alla “sindrome del giapponesino”, vera e propria epidemia che pare affliggere tutti quei milioni di minori in tutto il mondo che passano ore ed ore davanti alla TV od al PC. Con un abilissimo rovesciamento tra causa ed effetto, piuttosto che indagare a fondo i motivi alla base di certi stili di vita e di comportamento, la psico-semplificazione propone terapie e medicalizzazioni di massa. L’articolo analizza con lucidità e profondità alcune criticità e contraddizioni di una certa psichiatria, che con un approccio eccessivamente razionalista tende a banalizzare problemi molto complessi, e punta all’omologazione ed al controllo sociale, etichettando come “patologico” un numero sempre crescente di atteggiamenti e comportamenti dell’uomo moderno.
Dal Blog di Giulemanidaibambini del 27-10 - 2006 Leggilo nella nostra Rassegna Stampa!
2) Il rapporto tra operatori sanitari e industria è oggetto di crescente attenzione in tutto il mondo, sia per i possibili conflitti di interesse ad essi sottesi che per l'influenza che i mezzi di promozione possono avere sul comportamento degli operatori sanitari, anche senza che essi ne siano consapevoli. Il gruppo No grazie, pago io! ha voluto darsi delle REGOLE per affrontare questo rapporto e si propone alcuni IMPEGNI descritti nel nostro MANIFESTO. News

Renzo Tomatis Il fuoriuscito3) Quando mi sono venduto? mi interruppe con una delle sue gran risate. Oppure, diciamo, quando mi sono lasciato comprare? Quando ho capito che la ricerca è al servizio del potere e che il ricercatore è un’oca che produce uova d’oro e che quell’oro andava tutto sulla tavola di chi comanda".
Il fuoriuscito, terzo romanzo di Renzo Tomatis, è un libro semplice, coraggioso e utile. Racconta la storia di un uomo che tenta di vivere secondo giustizia. Quest’uomo è un giovane medico. All’inizio degli anni Sessanta, si rende conto di cosa lo aspetta in patria: una lunga, difficile e umiliante carriera in ospedali dove gli interessi baronali sono tutto e le persone sofferenti sono nulla. Allora coglie al volo quella che gli sembra l’occasione della vita e parte per gli Stati Uniti d’America, dove lavora in un istituto di ricerca sul cancro. Dopo qualche anno, scoraggiato dall’invadenza degli interessi commerciali nella ricerca, nel migliore dei casi fine a se stessa, torna nel vecchio continente, in Francia, chiamato da un centro internazionale di ricerche sul cancro di cui, in seguito, diventa il direttore. Ma il suo destino sembra quello di non riuscire a restare in nessun posto. La lotta contro i giganteschi interessi economici dell’industria farmaceutica, lo spettacolo quotidiano del compromesso e della corruzione, lo respingono. Sceglie dunque di uscire definitivamente dal mondo della ricerca e, tornato in Italia, decide di continuare la sua carriera lavorando come medico ospedaliero: una scelta che può apparire tanto una sconfitta quanto un estremo tentativo di resistenza.
Questo romanzo - nel quale Renzo Tomatis, medico e scienziato di statura internazionale, riversa e reinventa la sua esperienza di vita - ha un sapore amaro e forte. Leggendolo impareremo, una volta di più, che il destino della nostra salute, della nostra vita, del nostro corpo, è nelle mani di chiconta i soldi: e non gli importa nulla né della nostra salute, né della nostra vita, né del nostro corpo: gli importa solo dei suoi soldi.

4) Un altro esempio di meccanismi di aggressiva e subdola "strategia aziendale" e editoriale attraverso falsa presentazione o soppressione dei dati e pubblicando trial variamente manipolati.
Qualcuno lo sospettava, poi la Cassazione ha dato certezza: i medici convenzionati con la Asl che prescrivono determinati farmaci piuttosto che altri perché “incentivati economicamente” dai rappresentanti farmaceutici possono essere accusati di corruzione. 17/01/2012 21.38.09 | Categoria: Professione
Argomenti: cassazione farmaci professione sanità pubblica

5) E specificatamente per la Psichiatria / besides in English for Psychatrics:
The Lancet coverIn un commento apparso sul Athar Yawar analizza la medicina attuale da un punto di vista filosofico: sottolinea come il paziente venga spesso trattato come una macchina da riparare, piuttosto che come un portatore di storie.
The Lancet, a widely-respected international medical journal, published an essay sharply critical of the psychiatric industry that reviews two books:
The fool on the hill Date Published: 21/02/2009 00:00 Author: Athar Yawar The Lancet - February 21, 2009 - pages 621 - 622 - Vol 373

Ma non basta quanto a "fantasia" del disease mongering / commercializzazione delle malattie... Se il "mercato" - experimercial (penso non occorra tradurre il gioco di parole in inglese che fonde insieme le parole "sperimentale" e "commerciale") - indica che certe vie di commercializzazione sono già occupate e sature, lo si può riattivare partendo da sempre nuove idee di pseudo-statistiche derivate da sondaggi clinici raccolti secondo concetti di base sui quali costruire alternativamente il settore delle patologie da trattare e/o della fitness da incrementare: ci si può cioè comunque sempre spostare su altri enormi mercati, potenzialmente continuativi e sicura fonte di investimenti miliardari. Ampi sondaggi così possono evidenziaredati di fatto concreti ed ovvii da propalare invece come altre malattie "in offerta speciale" per poi proporne i rimedi; e, separatamente, si possono spiegare in modo divulgativo e suggestivo i segreti del metabolismo normale se non "sportivo" per promuovere miracolosi influenza. Ancora la solita serotonina viene così ad esser di nuovo chiamata in causa non solo per il mercato "saturo" della "depressione" e del metabolismo cerebrale, ma anche per l'intestino irritabile: un nuovo sondaggio suggerisce il bisogno per una maggiore consapevolezza e una diagnosi formale della sindrome dell'intestino irritabile. Primo sondaggio pan-europeo, condotto su 42.000 persone per valutare l'impatto della sindrome dell'intestino irritabile... È possibile reperire maggiori informazioni, consultando il sito Internet della Novartis. Ed esiste anche il vasto pubblico dei "super-sani" alla ricerca non solo del super-sesso ma anche soltanto dell'incremento della prestanza muscolare: e così per promuovere integratori nello sportsi possono spiegare in modo più siggestivo che divulgativo "segreti" del metabolismo normale e "sportivo":
integratori alimentari e bellezza
Autore: Dott. Alessandro Gelli Relazioni tra umore, alimentazione aminoacidi, minerali, serotonina, vitamine e ciclo di Krebs. La serotonina (5 HT,5 idroxi- triptamina), come è  ormai comunemente noto, è presente in numerosi distretti del corpo umano e numerosi sono i recettori presenti per la 5HT nelle diverse parti del corpo...
Ed esiste pure il super-mercato degli aggiornamenti - e sponsorizzazioni e "offerte speciali" ecc. - per imbonire i medici: vedi da una mail di Doctor News 16 novembre 2005 Anno 3, Numero 193
Doctor News(Ecm, contratti di sponsorizzazione irregolari. Lo sottolinea, all'Adnkronos Salute , Vittorio Lodolo D'Oria, medico ed esperto di comunicazione e marketing sanitario, sulla base dei risultati di alcune ricerche pubblicate nel rapporto 'Ecm & Sponsor'):
Secondo la ricerca "Sposa" gli sponsor dell'Ecm sono nel 92,75 per cento dei casi aziende farmaceutiche. Le aziende farmaceutiche spendono circa 700 milioni di euro l'anno per la formazione e l'aggiornamento permanente dei medici: congressi, convegni e corsi. Come avviene per la ricerca e gli studi clinici, l'industria finanzia, integralmente o parzialmente, due terzi dell'Ecm (Educazione continua in medicina).

Di sicuro MAI rilevato in pubblicazioni evidence based, nella fotografia sottostante si esemplifica un fatto che sarebbe statisticamente significativo solo se fosse più apertamente "confessato": un fatterello relativamente favorevole a denotare quanto meno "buon senso" personale nei confronti della propria salute fisica e mentale, un relativo "buon senso" ancora conservato in una parte della popolazione:
 Benicar...- ho gettato nel water tutte le pillole!
Purtroppo però se questo comportamento dei singoli - denotante una saggezza dei corpi ancora attiva - risulta indicativo di potenzialità positive individuali malgrado tutto non sconfitte, da un punto di vista più generale invece contribuisce a danni ancora più nefasti per l'ecosostema, ed indica quanto vasta sia la rete di comparaggi o almeno di creduloneria omertosa nella classe medica che contribuisce così alla fissità dell'assurdo giro economico sotteso.
(Le pillole gettate nel water NON erano antidepressive, erano "antipertensivi" i cui effeti collaterali - da alcuni "ricercatori" considerati anzi favorevoli - sono quelli di provocare amnesie selettive - Brutti ricordi addio grazie a pillola.)

Ecco comunque un altro documento - questo "pubblico" e spedificatamente psichiatrico - dell'aspetto anti-ecologico di super-prescrizioni in ... "offerta speciale":
Televideo RAI 08 08 ore 23 e 06 GB, ANTIDEPRESSIVO NELL'ACQUA POTABILE 
Sono talmente tanti gli inglesi che utilizzano antidepressivi, che ormai se ne trovano tracce nell'acqua potabile. Lo scrive il domenicale "Observer", facendo riferimento a un rapporto di un' agenzia per il monitoraggio ambientale. Gli esperti hanno avanzato un'ipotesi sull'inquinamento da Prozac. Secondo l'Ispettorato acque potabili,il medicinale finirebbe nei fiumi e nelle falde sotterranee le cui acque, depurate, rientrano nel ciclo potabile. Nel decennio 1991-2001 il numero di ricette di antidepressivi è salito da 9 milioni l'anno a 24 milioni.

Stay calm everyone, there's Prozac in the drinking water Mark Townsend Sunday August 8, 2004 The Observer

It should make us happy, but environmentalists are deeply alarmed: Prozac, the anti-depression drug, is being taken in such large quantities that it can now be found in Britain's drinking water. Environmentalists are calling for an urgent investigation into the revelations, describing the build-up of the antidepressant as 'hidden mass medication'. The Environment Agency has revealed that Prozac is building up both in river systems and groundwater used for drinking supplies. The government's chief environment watchdog
recently held a series of meetings with the pharmaceutical industry to discuss any repercussions for human health or the ecosystem.The discovery raises fresh fears that GPs are overprescribing Prozac, Britain's antidepressant of choice. In the decade up to 2001, overall prescriptions of antidepressants rose from nine million to 24 million a year. A recent report by the Environment Agency concluded Prozac could be potentially toxic in the water table and said the drug was a'potential concern'. However, the precise quantity of Prozac in the nation's water supplies remains unknown. The government's Drinking Water Inspectorate (DWI) said Prozac was likely to be found in a considerably 'watered down' form that was unlikely to pose. Dr Andy Croxford, the Environment's Agency's policy manager for pesticides, told The Observer: 'We need to determine the effects of this low-level, almost continuous discharge.' Norman Baker, the Liberal Democrat's environment spokesman, said the revelations exposed a failing by the government on animportant public health issue. He added that the public should be told if they were inadvertently taking drugs like Prozac.'This looks like a case of hidden mass medication upon the unsuspecting public' Baker said. 'It is alarming that there is no monitoring of levels of Prozac and other pharmacy residues in our drinking water.' Experts say that Prozac finds its way into rivers and water systems from treated sewage water. Some believe the drugs could affect their reproductive ability. European studies have also expressed disquiet over the impact of pharmaceuticals building up in the environment, warning that an effect on wildlife and human health 'cannot be excluded'....
The research suggests memories can be manipulated because they act as if made from glass, existing in a molten state as they are being created, before turning solid. When the memory is recalled, however, it becomes molten again and so can be altered before it once more resets. The drug used by the scientists is thought to disrupt the biochemical pathways that allow the memory to "harden" after it is recalled. The researchers used propranolol, a drug normally used to treat hypertension in heart disease patients but also known to cause memory problems. They treated 19 accident or rape victims for 10 days with the drug or with dummy pills, while they asked to describe their memories of a traumatic event that happened 10 years earlier.

When facts are instead to be praised it is notwithstanding more "fair" to quote two data regarding either researches on or to take a stand by Stanford University.
The first regards BUSINESS/FINANCIAL DESK
Stanford to Ban Drug Makers' Gifts to Doctors, Even Pens By ANDREW POLLACK Stanford University Medical Center’s new policy is intended to limit industry influence on patient care and doctor education. September 12, 2006 Health News MORE ON STANFORD UNIVERSITY AND: DRUGS GIFTS DOCTORS PHARMACEUTICAL RESEARCH AND MANUFACTURERS OF AMERICA, STANFORD UNIVERSITY MEDICAL CENTER
The second and more distressing considers how bad consequences could have helpful findings - look at concrete researches using brain imaging scans to identify the neural systems involved in actively suppressing memory, could technically CONFIRM the - for the time being only theoretic - Freud's core findings.
 instead used for the damaging purpose described on the above paragraph.

Il sano è un malato che non sa di esserlo    Scarica l'allegato
Roberto Satolli    Tempo Medico
Il marketing delle case farmaceutiche mira soprattutto a chi sta bene.
Ne parla un nuovo, documentatissimo, libro.
'Si possono fare molti soldi dicendo ai sani che sono malati' era il fulminante attacco di un articolo comparso nel 2002 sul British Medical Journal, in un fascicolo dedicato per intero all'invadenza della medicina. Da quell'inizio ha preso il via una ricerca che ha condotto il giornalista scientifico australiano Ray Moynihan a verificare come le strategie di marketing delle maggiori compagnie farmaceutiche prendano di mira soprattutto quelli che stanno bene!

The Times (London) August 4, 2006
One critic calls it 'a nefarious effort to recruit our children into the quagmire of biological psychiatry'... it seems to us that US high school kids have never needed much persuasion to enter quagmires of biological psychiatry through either prescription drugs nicked from parents' medicine cabinets, or by buying recreational drugs from those suffering from DDD: Drug Dealer Disorder
Michele Kirsch
Updated: January 11, 2007 6:11 PM EST
TeenScreen is a very  so-called diagnostic psychiatric service, aka suicide survey; done on children who are then referred to psychiatric treatment. The evidence suggests that the objective of the psychiatrists who designed TeenScreen is to place children so selected on psychotropic drugs
What treatment? Drugs. A survey of recently trained child psychiatrists found the treatment for 9 out of 10 children consisted of drugging. (Journal of the American Academy of Child Adolescent Psychiatry 2002)
The "treatment" used on children with these bogus labels can be found here: Medication Guidelines
"Treatment" is the long term goal for TeenScreen according to their director, Laurie Flynn.
What does the Food and Drug Administration say about these drugs? See here: Black Box Warning
TeenScreen was established in Tulsa, Oklahoma in 1997. According to a 2003 Tulsa World newspaper article, Mike Brose, executive director of the Mental Health Association in Tulsa, stated:
 - To the best of my knowledge, this is the highest number of youth suicides we've ever had during the school year -- a number we find very frightening.
Psychiatrists are even coming forth saying TeenScreen is unworkable. Nathaniel Lehrman says:
- The claim by the director of the TeenScreen Program that her program would significantly reduce suicides is unsupported by the data. Indeed, such screenings would probably cause more harm than good. It is impossible, on cursory examination, or on the basis of the Program's brief written screening test, to detect suicidality or "mental illness," however we define it.

The true story is that the majority of child suicides in Florida had been on psychotropic drugs or had already received psychiatric treatment, which is completely consistent with the recent flood of FDA and international warnings that these drugs can create suicidal ideation.
4. Where are all the schools that use TeenScreen?
It's all a big secret. According to TeenScreen's director Leslie McGuire, they are fearful there will be an uprising against mental health screening, therefore TeenScreen refuses to divulge their locations. They use a canned e-mail message:
 - We get a lot of requests from people who are interested in locating and speaking directly with local TeenScreen sites and this can become a burden on them. We are not authorized to give out our sites contact information unless we have requested their permission to do so.
Due to TeenScreen's secrecy and the fact that parents have the right to know if their school has TeenScreen, a search is being conducted nationwide for schools with TeenScreen.
A new website exposes the discovered TeenScreen Locations.


Con il pretesto di evitare i suicidi, in America, i minori dai nove anni in su vengono intervistati senza il consenso dei genitori per valutare il rischio suidio; il 24% degli intervistati è già sotto psicofarmaco. È un parto della università della Columbia che già in passato si è prestata ad operazioni discutibili; ovviamente è esportabile come modello. George W. Bush quando era governatore del Texas diede vita al Texas Medication Algorithm Project (TMAP) fratello maggiore del TeenScreen, entrambi oggi manovrati dalla New Freedom Commission on Mental Health (NFC) voluta da George W. Bush nel 2002 e che ha in mente l’orwelliano progetto di sottoporre tutti gli americani a screening psichiatrico, dalla culla alla tomba. Il TMAP sta mandando in bancarotta il bilancio di diversi Stati in quanto impone ai medici il divieto di usare vecchi farmaci e farmaci da banco, solo gli psicofaramci recenti e costosissimi possono essere usati; la commissione raccomanda anche l’uso della TEC.
Ancora su BIG PHARMA! [21 - 10 - 2006]
 MARCIA ANGELL, GIA’ DIRETTORE DI UNA DELLE PIU NOTE RIVISTE MEDICHE AL MONDO, SI CONFESSA: ECCO COME I PRODUTTORI MANIPOLANO LE RICERCHE E STANZIANO FONDI PER COMPRARSI LA BENEVOLENZA DEI POLITICI!
Confessione “shock” di Marcia Angell, per anni potente direttore del New England Journal of Medicine, uno dei più influenti giornali scientifici al mondo, ed ora docente al Dipartimento di Medicina Sociale dell’Università di Harvard: ecco come le multinazionali del farmaco manipolano le ricerche, bloccano la pubblicazione delle evidenze sfavorevoli al profilo commerciale dei loro prodotti, stanziano fondi per condizionare le autorità di controllo sanitario ed i politici, finanziano finte associazioni di ex-pazienti per far lievitare le vendite, spingono i prezzi al rialzo e danneggiano il consumatore!
(citazione da Ambra Radaelli (D - La Repubblica delle Donne)
Paroxetina
NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DEL MINISTERO DELLA SALUTE
Nuove informazioni sulla sicurezza delle specialità medicinali contenenti paroxetina nel trattamento della malattia depressiva nei bambini e adolescenti al di sotto di 18 anni.

Caro Dottore, gentile Dottoressa
La Commissione Unica del Farmaco (CUF), il Comitato nazionale di esperti per la valutazione dei farmaci del Ministero della Salute, desidera informarla su nuove evidenze relativamente alla efficacia e sicurezza della paroxetina nel trattamento bambini e adolescenti al di sotto di 18 anni, affetti da disturbi depressivi. La paroxetina è una molecola con una azione inibitoria potente e selettiva sulla ricaptazione della serotonina (5-idrossitriptamina: 5HT) nei neuroni cerebrali, senza interferenze sulla captazione della noradrenalina. I risultati di clinical trial condotti su bambini e adolescenti per ottenere l’estensione delle indicazioni terapeutiche al trattamento della depressione in queste fasce di età non hanno dimostrato l’efficacia della paroxetina rispetto al placebo e hanno altresì evidenziato un maggior rischio di comportamenti autolesivi e suicidari nel gruppo trattato con paroxetina rispetto al placebo.Le specialità contenenti paroxetina sono autorizzate negli adulti per il trattamento della depressione, del disturbo ossessivo-compulsivo, del disturbo da attacchi di panico con o senza agorafobia, della fobia sociale. Le indicazioni attualmente autorizzate non prevedono l’uso del farmaco in età pediatrica. Sulla base di questi dati la CUF considera il rapporto beneficio/rischio della paroxetina nel trattamento dei disturbi depressivi nei bambini non favorevole e raccomanda che i farmaci contenenti paroxetina non siano utilizzati per il trattamento della depressione nei bambini e adolescenti di età al di sotto di 18 anni. Il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e il Foglio Illustrativo delle specialità a base di paroxetina sono stati pertanto aggiornati sulla base di queste nuove informazioni. Il Ministero della Salute coglie l'occasione per ricordare a tutti i medici l'importanza della segnalazione delle reazioni avverse da farmaci, quale strumento indispensabile per confermareun rapporto beneficio rischio favorevole nelle sue reali condizioni di impiego. Le segnalazioni di sospetta reazione avversa da farmaci devono essere inviate al Responsabile di Farmacovigilanza della Struttura di appartenenza.


Alcune citazioni:
 Ford, which had assets of $9.4 billion, held the top ranking for more than 30 years. But in 1987, Lilly introduced Prozac, a large reason for the endowment's more-than-sixfold growth over the past decade.The drug brought in $2.4 billion in sales in 1996, and accounts for about every third dollar taken in by the company. As the company grows, so goes the endowment.
Dal 1987 la Lilly con il Prozac sopravvanzò gli utili della Ford. Il Prozac nel 1996 con 2,6 miliardi di dollari ne garantì un terzo delle entrate totali.
As the BMJ reported, everyone was at risk of being labeled under Bush's plan. Bush's New Freedom Commission identified a program called the Texas Medication Algorithm Project (TMAP) as the model program to be implemented across the US to identify people with mental illnesses who have previously been undiagnosed. TMAP would call for general health practitioners to screen their patients formental illness. The Bush administration wants your family physician trained to screen you for mental health problems. So if you go to your doctor for a cough, you would also be asked questions about your mental health. Anyone involved with the public school system, including kids, educators and other school staff, would be especially vulnerable. (Da: How will people like me be screened?)
Antipsicotici: prescrizioni in aumento in pazienti pediatrici
In base ad uno studio effettuato negli USA, la prescrizione di farmaci antipsicotici per i bambini e gli adolescenti è aumentata di quasi sei volte fra il 1993 ed il 2002. La FDA ha approvato solo tre farmaci antipsicotici per l'uso al di sotto dei 18 anni, ma la maggior parte delle prescrizioni sono state per antipsicotici di seconda generazione. Circa il 18 percento delle visite psichiatriche effettuate su giovani esitano nella prescrizione di un farmaco antipsicotico. Il presente studio ne segue altri che avevano già evidenziato il fenomeno. Probabilmente lo scambio di informazioni che avviene fra i medici informalmente durante discussioni o partecipazioni a congressi ha contribuito alla diffusione di quest'abitudine. Purtroppo, non si sa ancora abbastanza sugli effetti metabolici degli antipsicotici più nuovi, ed in particolare sui loro effetti a lungo termine nei giovani. E' necessario sapere in che modo vengono trattati i singoli bambini, che genere di continuità e monitoraggio ottengono e per quanto tempo durano queste terapie. (Arch Gen Psychiatry 2006; 63: 679-85)
12-11-2005 11:41 EDIZIONE STRAORDINARIA PER ADDETTI AI LAVORI!
Comunicato dell'Agenzia Italiana per il Farmaco: la somministrazione di paroxetina in gravidanza aumenta il rischio di malformazioni cardiache maggiori ed anomalie cardiovascolari sul feto. Leggi la breve raccomandazione in news!
Antidepressivi in gravidanza: danneggiano il feto!    Scarica l'allegato
COMITATO GIU' LE MANI DAI BAMBINI    Paroxetina
Nuove informazioni di sicurezza relative alla somministrazione di antidepressivi in gravidanza: aumentano il rischio di malformazioni cardiache maggiori ed anomalie cardiovascolari sul feto

Antidepressants *
Antidepressants, the #3-ranked therapy class worldwide, experienced 18 percent sales growth in
2000, to $13.4 billion or 4.2 percent of all audited global pharmaceutical sales. North America was the
dominant market, accounting for 74.6 percent of sales and a 19 percent growth rate. In Europe, sales fell by 1 percent, while the Africa/Asia/Australia region and Latin America, minor players in this market, accounted for 4.5 percent and 2.4 percent sales growth, respectively. Lilly’s Prozac was the leading product in the class with a market share of 21.5 percent. Prozac has been experiencing a decline in market share since
1996, in part due to new products and generic competition.


Codice deontologico: sì alla medicina potenziativa e all'informatica. Scompare la parola paziente in virtù della dicitura "persona assistita".
il nuovo codice è composto da 4 nuovi articoli che riguardano anche la medicina "potenziativa" (cioè quelle tecniche mediche per migliorare non solo la salute ma le prestazioni generali di un individuo.
(14-05-2014)
Scientists seek 'super-soldiers' formula January 6 2003
The Pentagon has launched a series of remarkable medical experiments to find a way to keep its soldiers and pilots awake and alert for up to five days at a time. The mission to create an Extended Performance War Fighter, as the project is known, took on added urgency last week as the military use of amphetamine stimulants - "go pills" as they are called - was plunged into deep controversy.
(Vedi anche l'articolo riproposto come file "ospitato": The guilt-free soldier
Report: Mentally ill troops forced into combat. Military not following own rules on deployment, Sunday, May 14, 2006 Posted: 0205 GMT (1005 HKT)


Una cosa (poco) divertente che non farò mai più: prendere il Ritalin La vera, unica, inimitabile esperienza di vita di un vero GGGGiovane alle prese con gli psicofarmaci.
 fonte: Blog on-line Giornalettismo
Scoperto al di là di ogni ragionevole dubbio di avere il disturbo
da deficit d’attenzione mi risolsi a trovare uno psichiatra compiacente, che per esigenze di privacy chiameremo con un nome fittizio: Josef Mengele. Il
dott. Mengele mi prescrisse nel giro di due settimane la seguente lista, non
esaustiva, di psicofarmaci: clomipramina, desipramina, imipramina, bupropione, litio, reboxetina, carbamazepina, mirtazapina, trifluoperazina, tranilcipromina nonché l’intera gamma degli antidepressivi serotoninergici, a proposito dei quali credo di essere stato l’unico essere umano al mondo ad averli provati tutti e cinque: fluovoxamina, fluoxetina, citalopram, sertralina e paroxetina (mi manca invero l’escitalopram ma è una variante del citalopram e quindi secondo me non conta). CIRCOLO VIZIOSO E DEPRESSO - Dopo questa ghiotta indigestione di sostanze psicoattive avevo chiaramente bisogno di uno psichiatra. Il problema degli psichiatri è che tendono a prescrivere psicofarmaci e il problema degli psicofarmaci è che
tendono a indurre effetti collaterali per il controllo dei quali sono necessari ulteriori psicofarmaci, in un ricorso ad infinitum che può ricordare a taluni le vicende di Achille pie’ veloce e della sua bolsa tartaruga
...Un giovane studente diagnosticato ADHD ottiene illegalmente delle confezioni di Ritalin® e se le auto-somministra. Effetti collaterali, tono dell’umore, rapporti con gli amici, attività sessuale… tutto cambia in poco tempo, aprendo una voragine tra lo stato allucinatorio causato dalla molecola e la vita reale.
Una storia vera che potete leggere sul nostro portale internet!

Loren Mosher

Loren MosherEsistono infatti professionisti coraggiosi come Loren Mosher, di cui cito - anche in traduzione italiana - un paragrafo della lettera di dimissioni dalle due APA: American Psychiatric Association e American Psychopharmacological Association - Letter of Resignation from the American Psychiatric Association 4 December 1998, (Lettera di Dimissioni dalla American Psychiatric Association 4 dicembre 1998)
Are Psychiatrists Betraying Their Patients?, Psychology Today
Think about this question as you read these articles and letters by Loren R. Mosher, M.D., former Chief  of the Center for Studies of Schizophrenia, National Institutes of Mental Health
We seem to have forgotten a basic principle -- the need to be patient/client/consumer satisfaction oriented. I always remember Texas Medication Algorithm Project's wisdom:
 - Loren, you must never forget that you are your patient's employee.
 In the end they will determin whether or not psychiatry survives in the service marketplace. (Ricordo sempre il detto di Manfred Bleuler:
;- Loren, ricordati sempre che sei un impiegato assunto dai tuoi pazienti. Alla fine sono essi che stabiliranno se o no la psichiatria sopravviverà nel mercato dei servizi.)
(Bleuler, M. (1968).  A 23-year longitudinal study of 208 schizophrenics and impressions in regard to the nature of schizophrenia.  In Rosenthal, D. & Kety, S. (Eds.), The transmission of schizophrenia (pp.3-12). New York: Pergamon Press.
Bleuler, M. (1979a).  On schizophrenic psychosis.  American Journal of Psychiatry, 136, (11),1403-1409.
Bleuler, M. (1979b).  My sixty years with schizophrenics. In L. Bellack (Ed.), Disorders of the
schizophrenic syndrome (pp. vii-ix). New York: Basic Books.
The Schizophrenic Disorders Long-Term Patient and Family StudiesManfred Bleuler Yale University Press

ISEPP BANNER: The International Society for Ethical Psychology & Psychiatry!
Welcome to the home page of ISEPP.
ISEPP was previously known as ICSPP (International Center for the Study of Psychiatry and Psychology).

Medical Malpractice Lawyers
McIver Brown is a dedicated and experienced health care law firm, representing clients injured or killed in cases involving hospitals, nursing homes, doctors, nurses, and other health care facilities throughout the country.

Inventò la lobotomia, toglietegli il Nobel

Pubblicato il 13 novembre 2005 da Il Corriere della Sera- Corriere della sera (!) e non "altraconsapevolezza"! o simili  - un precedente articolo del6 agosto 2004 di Alessio Altichieri.
La proposta di revocare il Nobel ai non meritori è assolutamente condivisibile. Non solo, aggiungeremmo al nome di Moniz anche quello del neuroscienziato Julius Axelrod, vincitore nel 1970 del Nobel per la medicina grazie a lavori che posero le basi per antidepressivi di cui fanno parte il Prozac e lo Zoloft.Il neurochirurgo portoghese Egas Moniz aveva ottenuto il riconoscimento nel 1949. Perché un Nobel non può essere "de-nobelizzato"? La domanda è stuzzicante, perché Sutherland ha trovato un nome degno d’una campagna: il neurochirurgo Egas Moniz, portoghese, premiato con il Nobel nel 1949, oltre mezzo secolo fa. Naturalmente Moniz è oggi dimenticato. Invece Antonio Caetano de Abreu Freire Egas Moniz, nato nel 1874 e laureato a Coimbra, neurologo, letterato e politico merita un capitolo tutto suo (fu deputato, ambasciatore, ministro degli Esteri.
Moniz inventò nel 1935 un procedimento che ancora oggi, benché abbandonato, ha un nome che fa paura: lobotomia. Tutto cominciò a un congresso in cui chirurghi americani mostrarono che se agli scimpanzé si tagliavano i lobi frontali dal resto del cervello, le scimmie smettevano di saltare su e giù per la gabbia. Moniz tornò a casa entusiasta e cominciò a praticare la lobotomia sui pazienti del manicomio di Lisbona, soprattutto donne, senza alcun permesso. Fu un successone: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/08_Agosto/06/nobel.shtml, e le corsie psichiatriche non risuonavano più di urla isteriche. Moniz divenne un eroe, premiato nel 1949 con il Nobel in quanto "uomo meraviglioso".
In all, lobotomies were used on 40,000 to 50,000 Americans between 1936 and the late 1950s. Freeman believed lobotomies worked because the procedure severed connections between the frontal lobes of the brain and the thalamus, thought to be the seat of human emotion, which the mentally ill apparently had in overabundance. Although his theories have been discredited, Freeman was one of the few psychiatrists of his era who believed that mental illness had a physical biological component.
Stranamente le proteste giunsero da quartieri inattesi: l’Unione Sovietica (che curava i cittadini scomodi con overdose di psicofarmaci) e i seguaci di Scientology. Naturalmente l’entusiasmo durò poco: un paziente di Moniz, che forse non era stato lobotomizzato del tutto, si vendicò sparandogli alla schiena. Ma il Nobel a Moniz, quello, non fu mai tolto.
lobotomia tecnica e presupposti


Mario Tobino Il Manicomio di Pechino



Per quanto riguarda l'Italia - riferimento e critica - vedi nel libro:
Mario Tobino IL Manicomio di Pechino pp.29-35 /
For Italy: look on the book Mario Tobino IL Manicomio di Pechino pp.29-35





lobotomiaAntonio Caetano de Abreu Freire Egas Moniz, nato nel 1874 e laureato a Coimbra, neurologo, letterato e politico merita un capitolo tutto suo (fu deputato, ambasciatore,ministro degli Esteri). (Moniz Lobotomy Stamp) (This is an actual Portuguese stamp posted by Christine at Monday, August 01, 2005). (Antonio Caetano de Abreu Freire) Egas Moniz was born in Avanca, Portugal, on November 29, 1874, the son of Fernando de Pina Rezende Abreu and Maria do Rosario de Almeida e Sousa. He received his early education from his uncle Abbé Caetano de Pina Rezende Abreu Sa Freire, before joining the Faculty of Medicine at Coimbra University. He received further education at Bordeaux and Paris and became Professor at Coimbra in 1902. In 1911 he transferred to the new Chair in Neurology at Lisbon where he remained until his death. He also worked for a time as a physician in the Hospital of Santa Maria, Lisbon. Moniz entered politics in 1903 and served as a Deputy in the Portugese Parliament until 1917 when he became Portuguese Ambassador to Spain. Later in 1917 he was appointed Minister for Foreign Affairs and he was President of the Portuguese Delegation at the Paris Peace Conference in 1918.

Partendo da queste indicazioni siamo così arrivati per caso a incrociare due bizzarre segnalazioni che, se messe assieme, possono suscitare perplessità. Il lavoro dell'Associazione consiste specialmente nel raccogliere informazioni - se possibile di prima mano, anche in minime "briciole"- per poi, intersecandole fra loro, poco per volta trovare una "tessitura" così compatta da far emergere anche verità che sembravano nascoste o inesistenti. Ci era stato segnalato l'articolo del Corriere della sera (ripetiamo: Corriere: non solo "altraconsapevvolezza" o simili) che si scagliava contro la lobotomia. Ma se l'interesse del Corriere su questo argomento può già di per sé "fare notizia", il collegamento indiretto e sottostante può venir considerato ben più stimolante.
Medici particolarmente SADICI - anzi non solo medici ma professori universitari, quindi "preparatori" di futuri medici -  e non politici o diplomatici sono stati, e a lungo e in tempi storici differenti, Ministri degli Esteri dei rispettivi paesi: appunto il portoghese Moniz inventore della lobotomia (e per questo premiato con il Nobel) e l'italiano Gaetano Martino, docente univarsitario di Fisiologia umana - e poi Rettore - dell'Università di Messina, ma il cui "insegnamento" si estendeva ben oltre gli studenti - e quindi futuri medici - messinesi: fu l'autore con Moruzzi di un libro di testo classico per tutti gli studenti di medicina italiani - e quindi da studiare obbligatoriamente: libro nel quale si parla praticamente quasi soltanto di vivisezione di cervelli di gatti.
Gaetano Martino 18 settembre 1954: un professore siciliano sconosciuto negli ambienti internazionali, è nominato Ministro degli Esteri dal Presidente del Consiglio Scelba, in sostituzione del dimissionario Piccioni.
Si potrebbe ipotizzare che attraverso un qualche meccanismo facilitante proprio un'impostazione "distruttiva" - analoga peraltro a quella di Delgado, per non parlare di Mengele ed anche del ... Premio Nobel per la lobotomia António Caetano Moniz de Abreu Freire - possa avere un qualche relazione con... la Politica Estera?


ALTRE FORME DI MEDICALIZZAZIONE ABUSANTE

L'Authority italiana Garante per la Privacy ha dichiarato che gli "impianti" sono da proscrivere comunque anche se richiesti dal soggetto stesso con le parole: .
...neppure il consenso dell'interessato può rendere legittimo l'inserimento nl suo corpo di un chip... Sarebbero sì sagge parole se - e in data 20 maggio 2003 (!!!) - non venissero accompagnate da un aggettivo "futuribili" quando ormai da decenni - in sordina come se si trattasse di tecnologie banali - sono addirittura inscritti nel l'Elenco Ufficiale delle tariffe minime nazionali degli onorari per le prestazioni medico-chirurgiche ed odontoiatriche, sotto la dicitura applicazione di elettrodi e di stabilizzazione di elettrodi e applicazione stimolatori. (Vedi anche in: Microchps impiantati nel corpo umano).
Ma non soltanto l'"impianto" di microchips e "stimolatori" - anche in cavie umane involontarie - è l'unica forma di violazione medicalizzata da parte della classe medica ufficiale: esistono persino la psico-chirurgia e la psico-correzione; esiste - autorizzatissima e persino rimborsata - la pratica dell'elettroshock, e la prescrizione di farmaci droganti. (Più complete informazioni, iconografie, spiegazioni anche in continuo aggiornamento si trovano in Microchips impiantati nel corpo umano e in ...altre sopraffazioni e violazioni e in Segnalazione di allarme: internazionali e più complete anche se meno dettagliate in Links e citazioni su segnali di pericolo.)
Dati ancor più agghiacciasnti si trovano descritti e DOCUMENTATI nel file Esperimenti su bambine/i in costante collegamnto con testimonianze e rivissuti, come pure nel pdf con lo stesso titolo scaricabile e stampabile come opuscolo.


macabre taleAs Nature Made Him:The Boy Who Was Raised As a Girl<
autore: <John Colapinto. (Ne è stata fatta anche una traduzione in italiano ma ora è introvabile. Per collegamenti e informazioni più articolati sull'argomento delle mutilazioni vedi in Segnalazioni di allarme internazionali e ed ancor meglio in Testimonianze e dubbi e soprattutto in TOTEM  AND  TABOO  REVISITED: awful and fertile rise of new superstitions
)
E' notorio come nei secoli scorsi si castrassero bambini per mantenerne la "voce bianca" e così ottenere dei soprani "speciali"  - vedi ad esempio il famoso Farinelli (Carlo Broschi, detto Farinelli  1705 - 1782 ); ma la mutilazione sottocitata - ...un - creduto! - e ampiamente sbandierato successo del COMPORTAMENTISMO è ancora più raccapricciante nella sua quasi "banalità" di situazione "privata": comunque ne esemplifica bene teoria, impostazione e principi .


Mi ricordo la vergogna del mio corpo...
confronto tra tre età...
In queste tre fotografie si può notare l'impressionante cambiamento delle gambe del bambino a partire dall'età di un anno e mezzo - normale - al continuare dell'ESPERIMENTO negli anni successivi: a cinque anni quasi lunghe come quelle del padre (!). Cinque anni dopo fratello e sorella sottoposti -  malamente sopravvissuti - al medesimo esperimento. / Child at one and half year old with "normal" proportionate legs; little boy at five with legs almost long as father's ones; brother and sister respectively at their ten and seven showing the progression of the "experiment".)
Da notare la "sfacciataggine" di fotografare questi orrori non in un Lager ma in un contesto familiare di apparente assoluta normalità. / To be noticed the shamelessness to photograph these horrors as normal family life situations.
Dintorni di Torino Anni '56-' 70.

PDF Files
da un altro sito: file e libri
IMBROGLIO E' IL CONTRARIO DI SVILUPPO  Da: 'La violenza contro il bambino' a 'Tempo di mutamenti' e 'La meglio gioventù'

Quando la cartella clinica è terapeutica / Anamnesis? A way for healing...

Medicina: scienza applicata e multidisciplinare: Emozioni, istinti, ricordi, contraddizioni
Quando la cartella clinica è terapeutica... Dare ai ricordi una specie di seconda vita?
Consapevolezza e memoria

Consapevolezza e memoria  / Consciousness and memory

animalità lungimirante della lince espressa nello sguardo - attento, perplesso,preoccupato

Nuovo Codice deontologico dei medici e degli odontoiatri italiani. In 79 articoli la "carta" dei valori della Fnomceo
La vita è breve, l'arte lunga. l'esperienza ingannevole, il giudizio difficile
Presentazione e indice ragionato: come cominciare / Preamble: how to begin
Presentazione dello Staturo e dei Principi dell'ASSOCIAZIONE

ASSOCIAZIONE italiana, scientifica e giuridica, contro gli abusi mentali, fisici e tecnologici
e in inglese
ABUSE patterns: ENCYCLOPEDIC synopsis and references
 Pagine Fuori Testo Introduttive
Nuovo file straniero ospitato
Stop Gang Stalking - Another terrible form of Assault and Degradation
  Microchips impiantati nel corpo umano

TOTEM AND TABOO REVISITED: awful and fertile rise of new SUPERSTITIONS

Opinioni o peggio: accuse? e Opinion or accusation?


Nuovo file italiano ospitato
 
STUPRI-DI-GUERRA: i figli dell'odio


e i pdf
Medicina: scienza applicata e multidisciplinare.Emozioni,istinti,ricordi,contraddizioni
Quando la cartella clinica è terapeutica... Dare ai ricordi una specie di seconda vita?
Consapevolezza e memoria

ESPERIMENTI SU BAMBINE/I

anche con lo stesso titolo in pdf
:
ESPERIMENTI SU BAMBINE_I.PDF

Direttamente dalla rete si può pure scaricare, stampare e leggere in tablet o e-book la traduzione in italiano del libro di Regina Louf.Silenzio.Qui si uccidono bambini!


Alcuni capoversi di questo file si trovano anche pubblicati in file/capitoli - in italiano e in inglese - di un altro sito e di altri libri
From children of YESTERDAY to adults of  TOMORROW
Infanzia:un-mestiere-difficilissimo
Consapevolezza e Memoria

Provengono da un altro sito - o meglio: da uno dei libri da questo derivati - alcune pagine di argomento introdutivo ai concetti base della e della CONSAPEVOLEZZA questi nuovi volumi possono esser acquistati come veri "libri", ma i relativi pdf possono venir SCARICATI e stampati a proprie spese dall'utente purché in ottemperanza con i dettami del Copyright:
Consapevolezza e Memoria
come pure significativo anche per questo sito:
Copertina libro Infanzia
Infanzia:un-mestiere-difficilissimo

Molti file in pdf sono raggiungibili separatamente in rete:
Medicina: scienza applicata e multidisciplinare: Emozioni, istinti, ricordi, contraddizioni
Quando la cartella clinica è terapeutica... Dare ai ricordi una specie di seconda vita?
Consapevolezza e memoria
Complex Trauma and Disorders of Extreme Stress (DESNOS)
STOA-Parlamento.Europeo
Sirus.Project
U.S._intellingence_and_security
Possible_influence-on_subject_FOIA.pdf
LEGGE.HR3200.pdf Armi ad Energia diretta

Caso Suda: file originale 
suda.fotodoc
LarsonReport-Edit
STUPRI-DI-GUERRA: i figli dell'odio

Nota: i file in pdf potranno essere duplicati o riprodotti su supporti elettronici, cartacei o di qualsiasi altro tipo e distribuiti liberamente, a DUE CONDIZIONI.
1) I libri, qualsiasi sia il supporto, dovranno essere assolutamente INTEGRI e COMPLETI sia nel testo che nella grafica; ogni modifica, soppressione, aggiunta di qualsiasi tipo faranno decadere il permesso di duplicazione e faranno automaticamente ricadere nei REATI previsti a tutela del diritto di autore.
2) L'eventuale distribuzione dei duplicati, qualsiasi sia il supporto, dovrà essere fatta esclusivamente a titolo GRATUITO.

Note: the file or the above-named files can be either duplicated or reproduced on electronic supports, paper or any other form and can be freely circulated under two conditions:
1) Whatever the support employed, the books must be reproduced INTEGRAL and COMPLETEOFFENCES provided for by the law in protection of copyright.
2) Any circulation of the duplicates, whatever the support, must be FREE OF CHARGE.
both in their text and in their graphics; every change, omission or integration  of any sort cause the loss of permission to duplicate and automatically turn into legal
Derivano da un altro sito - o meglio: da uno dei libri da questo derivati - alcune pagine di argomento introdutivo ai concetti base della MEDICINA e della CONSAPEVOLEZZA:  i nuovi volumi possono esser acquistati come veri "libri", ma i relativi COMPLETI pdf possono senza limitazioni venir SCARICATI e stampati a proprie spese dall'utente. / From another site people can make free download of pdf files and also of COMPLETE books - sorry - only in Italian

libri scaricabili in rete / pdf of complete books
Infanzia:un-mestiere-difficilissimo  Copertina libro Infanzia
Consapevolezza e Memoria
Molto importanti anche come esempio del metodo di documentazione sono

ESPERIMENTI SU BAMBINI/E
Regina Louf Silenzio.Qui si uccidono bambini

 NUOVISSIME TECNOLOGIE? Advanced Technologies? Technologies Avancées? Spitzentechnologien?
Aggressioni pseudo-misteriose contro bersagli biologici in rete come .html e in pdf leggibile anche come eBook.
 and should continually be faced with the English new file renamed Fake-mysterious assaulters against biological targets
Testimonianze di un ingegnere informatico
The Guilt-free Soldier

Artist/Designer Andrzej Suda's case e Artist Suda: Presentation
Suda.correct.pdf
ma basilare è quanto si trova raccolto in / of maximum interest is what is gathered on
Andrzej (Andrew) Suda's DOCUMENTATION / DOCUMENTAZIONE
- see links at
suda.fotodoc.

  LarsonReport.Edit.pdf
e LarsonReport.htm

File ospitati italiani
Per concludere... / accomplishment
Libro / Book

for up-dates and disclaimers: AGGIORNAMENTI E INDICI


SITEMAP.xml
SITEMAP_IMAGES.xml
SITEMAP_VIDEO.xml
SITEMAP_NEWS.xml


MONITORAGGIO dei link afferenti al sito - e alle sue singole pagine
To WATCH the outbound links toward site - and its inner pages.



Peacock Media: Easily find your website's broken links.Online Broken Link Checker

Tutti i links sia interni che esterni sono costantemente monitorati.
As every other file of this site, the review of links is continually checked




Questo sito e i libri che ne derivano NON sono di INFORMAZIONE, ma si costituiscono come una specie di ENCICLOPEDIE TEMATICHE, in cui vengono presentati e discussi vari argomenti da leggersi e soprattutto da CONSULTARE di volta in volta. Assecondando critiche e richieste man mano vengono aggiunti nuovi o rinnovati files a cui fare riferimento.

This site and the book do NOT be a fount of notices but an ENCYCLOPEDIC gather of different subjects: one another to be read time by time, or better to be CONSULTED even for learning.
And so this Web site will always be maintained under speedy and diligently revised construction. For book and illustrated indexes: Libro / Book, Pagine Fuori Testo Introduttive, to general founding information go at Presentazione e indice ragionato: come cominciare / Preamble: how to begin

L'intero sito è pubblicato in un libro enciclopedico: per copertina, frontespizio e ulteriori spiegazioni vedi file Libro/book. The complete site is ready also as an Encyclopedic book
It's Abuse NOT Science fiction.
(Per acquisti on-line / for on-line sale valentina@cortinalibri.it, carlo@cortinalibri.it)
in attesa di una completa ri-edizione il supplemento con i principali aggiornamenti e
UP-TO-DATE DOSSIERS
di/of
It's Abuse NOT Science fiction
= Gli Abusi mentali, fisici e tecnologici NON sono Fantascienza

Up-to-date
Dalla presentazione dettagliata del libro It's Abuse NOT Science fiction, e dalla data di pubblicazione - 14 luglio 2005 - molto è cambiato e molti DOCUMENTI sono stati sia sostituiti che aggiunti. In attesa di una completa nuova edizione del volume principale ne viene per ora edito un SUPPLEMENTO INTEGRATIVO per diffondere IMPORTANTI nuovi documenti di PRIMA MANO: per molte vittime risulta più facile esporre passate sofferenze per scritto che a voce UP-TO-DATE DOSSIERS non è soltanto un supplemento ma una NUOVA PUBBLICAZIONE: un autonomo VOLUME.
*************************
The book previously published at present needs to be modified. It's Abuse NOT Science fiction published on July 14 2005 shortly became OUT OF DATE and so required to present the novelties coming from readers comments, from new deeds and - MOSTLY- on present-day flash-back disclosures - to note that for some victims it is easier to write than to speak. UP-TO-DATE DOSSIERS of It's Abuse NOT Science fiction = Gli Abusi mentali, fisici e tecnologici NON sono Fantascienza for the time being launched as supplementary book, supplementary but matching also by itself not only for propose simple improvement, rather mostly to share some new particular important DOCUMENTS.
Cortina libri TorinoVia Ormea 69 10125 Torino (ITALY) valentina@cortinalibri.it, carlo@cortinalibri.it
Tel/Phone: +39 0116507074,+390116505228
Fax: 00390116502900
creative modification CopyrightQuesta rielaborazione del famoso Sonno della ragione di Goya - ufficialmente copyright - è resa molto più inquietante dell'originale per essere utilizzata come copertina del libro e spiegata dal Disegnatore Andrzej (Andrew) Suda / This powerful, more puzzling creative modification of the Goya's Sleep of reason - marked by the official Copyright - here is used as book cover's image, and explained by the Designer: Andrzej (Andrew) Suda: should look just like many of the events described by the victims: they  exist, are bothersome, and we don’t know exactly WHY they are there but they are there [come molti dei fatti descritti dalle vittime: essi esistono, turbano e noi non riusciamo a conoscere esattamente il PERCHE' ci siano, ma ci sono...] About the Book This book not only documents the case of Andrzej Suda, it is also filled with documentation from the worlds most influential documented cases of psychological abuse, electronic harassment, organized stalking and mind control. Some cases include Rauni Leena Kilde MD., Dr. Reinhard Munzert, Kathy Sullivan, David Larson, and many others... Please support the truth with the purchase of our book. This will document many technologies and mind control weapons that have been kept hidden from the mainstream public. Over 600 pages of action packed TRUTH!
Book cover: International Copyright © January 4 2005 (Certificate 143935559)
Web pages Copyright: International Copyright © May 6 2006 (Certificate 149917786)